come va economia italiana 2022, milano moda donna 2022
Analisi & Approfondimento

Grande entusiasmo per Milano Moda Donna, ma come va l’economia Italiana nel 2022?

Come va l’economia italiana nel 2022? Mario Maiocchi, direttore del Centro studi retail Confimprese ammette: “trend preoccupante per consumi del settore abbigliamento/accessori”

Gli analisti prevedono che la Cina nel 2022 registrerà la più bassa crescita economica mai vista fin dagli anni Novanta. L’America ha troppe incognite e su troppi fronti, perciò anche Oltreoceano si smorzano i toni ottimistici che avevano dominato l’informazione nel 2021, mentre l’unica nazione che vede già una primavera caratterizzata da una vigorosa ripresa è l’Italia, ultima roccaforte di una Tirannia Tecnico Scientifica restia a salvaguardare il Paese dal suo definitivo fallimento.

Sulla scia dello slancio dovuto alla grandiosa crescita economica narrata dai media ( di cui nessuno di noi, sfortunatamente è stato testimone) a Milano la prossima settimana una parte schiacciante degli eventi sarà in presenza, forte di un pass rafforzato che evita ai suoi possessori il pericolo di dubitare della più aggressiva e malvagia presa in giro del secolo e li autorizza a scagliarsi rabbiosamente sui non sierati. E’ così che questa edizione della Milano fashion week 2022 diventa il capitolo più stonato di una narrazione terroristica ridicola e decadente.

Milano Moda Donna 2022 e le vie dello shopping vuote

Quella Milano che viene dipinta come l’ultima meta del fashion business in grado di rivaleggiare con Parigi, proprio in queste ore sta rattoppando le sue vesti lacerate da una crisi senza precedenti per l’appuntamento più importante dell’anno (insieme alla settimana del Salone del mobile).

Milano Moda Donna 2022, però, inizia la sua recita sulle note di un’Italia in cui l’idea di shopping nei negozi è rimasta congelata in un’impressione lontana che sembra appartenere a epoche preistoriche. Un’impressione confusa che assomiglia a qualcosa di vissuto, ma impraticabile, un po’ come quando Sarah Jessica Parker  rinunciò ad una vita “dall’alto” sulle Manolo Blahnik  (che le avevano distrutto i piedi), per una più modesta, ma meno dannosa, con le scarpe basse.

Prepariamoci perciò ad assorbire l’operazione di maquillage esasperata condotta dai media ufficiali per nascondere al mondo la smorfia di sofferenza vera dei Milanesi che, umiliati da un governo senza dignità e parimenti scioccati e sciocchi (come tanti Italiani) nel loro mostrarsi ancora così profondamente divisi, ancora così profondamente incoscienti, attendono di farsi banchetto per sciacalli stranieri.

Il peso del clamoroso fallimento delle politiche “sanitarie” e la loro recrudescenza nel 2022 deve ancora farsi sentire sull’economia Italiana, a meno che non si revochino tutte le restrizioni

Più dosi, più paura, qualcosa non ha funzionato e si vede.

Il 2022 si è aperto con il ritorno del timore del contagio tra i vaççin@ti e lo sviluppo della malattia in modo indiscriminato in tutta la popolazione, INDIPENDENTEMENTE DALLE DOSI.

L’ inflazione e il caro energia hanno poi impattato negativamente sulla stabilità dell’economia Italiana, inducendo ad un arresto della propensione all’acquisto dei consumatori.

Come riportato da FashionMagazine.it le percezioni dirette raccolte tra le persone mostrano uno scenario alquanto differente rispetto alle vivaci cronache economiche riportate dai nostri politici.

” In base a un sondaggio condotto da Legacoop insieme a Ipsos, nove italiani su 10 si dicono preoccupati per i rincari di bollette, materie prime, beni di consumo, prodotti alimentari e per l’andamento dell’inflazione. “

I settori più colpiti: moda e beauty.

Il 53% degli interpellati prevede un futuro con segno negativo a livello di situazione economica. Una quota analoga esprime un giudizio simile per quanto riguarda la capacità di risparmio.* “(3)

Non sai com’è la reale situazione economica italiana? Fatti un giro in centro e chiedi ai gestori delle attività

I video tragicomici diventati presto virali su whatsapp ci hanno mostrato un San Valentino in cui le coppie si scambiavano pagamenti delle bollette gas e luce al posto di gingilli e viaggi romantici. Il dramma narrato in questi sketch non terminava alla fine della visione. Il dramma, infatti, ci vede ancora tutti protagonisti ed è iniziato molto prima del rincaro energetico.

Da qualche giorno, poi, grazie ad una regia puntale e criminosa, si sono sfondati anche gli ultimi brandelli di quei principi sui cui si basa la nostra Repubblica e su cui ci si fa vanto negli ambienti internazionali quando ci connotiamo come nazioni “civilizzate” che esportano saggezza, pace e benessere.

Dignità, giustizia e tutela dei diritti umani e lavorativi, sono solo alcuni dei valori tanto cortesi, quanto vacui, che restano radicati nella cultura ereditata dalla vecchia classe borghese . Nel mausoleo della vergogna, infatti, a disposizione delle generazioni future, figurerà sempiterno quel 15 di febbraio, giorno in cui a signori e signore di 50 anni, fu impedito di provvedere al loro e all’altrui sostentamento. Figurerà altresì questa infausta data come il giorno in cui logica, ragione e conoscenza da tempo immemore osteggiate da ignoranza, grettezza e cupidigia, abdicarono al loro ruolo di guida sull’umanità.

Su come sta andando l’economia italiana nel 2022

Una considerevole fetta delle famiglie Italiane sta sperimentando la povertà a seguito di almeno uno di questi fattori: perdita del posto di lavoro e/o perdita della salute (post-v@ c c inò).

Il disegno di questa vergognosa élite governativa, che non si sforza nemmeno più di camuffare le sue intenzioni con menzogne plausibili, infatti, falcia tutti, anche se un poco alla volta, giusto per scongiurare il pericolo di una rivolta generale nazionale.

Chi, seppure a fatica, può ancora permettersi di pagare le bollette, infatti, non figura più tra gli ultimi della scala sociale. Sotto di loro e dimenticati da mesi ci sono i “feriti” di guerra: i sospesi del PASS, i falliti del 2020 e del 2021 e gli invalidi post inoculazione. Uomini e donne come noi, che per diversi motivi personali si sono trovati nella condizione di essere privati del loro diritto alla salute, del diritto all’autosostentamento e del diritto alla dignità con una ferocia e un ingordigia inaudita.

Eppure, come riportavano gli organi di stampa autorizzati dal “Ministero della Verità”, se chiedevi “come va l’economia italiana” alla fine del 2021 ai grandi esecutori di questo disastro, pur razzolando tra le carcasse putride di quella che fu la classe media, affermavano di non sentire alcuna puzza, ma anzi, si mostravano vibranti e commossi dal successo insperato di un’economia in netta ripresa. In corsa, dicevano.

I nostri altissimi governanti e gli esponenti dell’intellighenzia nostrana avvezzi per nascita alla cultura umanistica dubito che non siano a conoscenza degli insegnamenti di Platone in merito alla buona amministrazione dello Stato. Dando quasi per certo che tutto quello che è accaduto negli ultimi 2 anni sia stato programmato e preparato probabilmente da decenni, risulta curioso notare come Platone abbia tratteggiato nelle “Leggi” la figura del politico-dottore. Un governante/re che non avrebbe dovuto avere alcuna remora a usare il potente farmaco della menzogna e dell’inganno per controllare il comportamento della maggioranza governata. Eppure, sono certa che questo incalzare di menzogne sempre più paradossali sia destinato a terminare, il diario delle nefandezze ha quasi esaurito le sue pagine. Pagine su cui figurano nomi illustri, nomi potenti, nomi che non potranno mai pentirsi abbastanza per tutto il male che hanno appoggiato e diffuso.

La verità, intanto, come l’acqua, trova sempre la sua via.

Allego alcuni interessanti screenshot riguardanti un sondaggio condotto dall’ Università del Maryland tramite Facebook a metà settembre scorso. Prima di quella data avevo già partecipato ad uno o due dei loro sondaggi. Essi riguardavano principalmente la mia posizione nei confronti del C@ V Y D, dei v@c cYnY e il mio stato di salute.

In questo del 18 settembre, però, da una finalità prettamente sanitaria( come recita il testo dell’ultima immagine sotto “il sondaggio serve a comprendere l’evoluzione della situazione del Co P o |Va WYruSS”), il discorso si sposta su questioni esclusivamente finanziarie riguardanti il mio nucleo familiare. Come dicevo, ho fatto delle foto allo schermo perché, essendo una complottista, già sapevo che un’irremovibile resistenza alla v@ zzinaxione avrebbe inasprito i provvedimenti del governo con lo scopo di farci cedere. Ebbene, guardate un po’ in che situazione ci troviamo oggi e ditemi se, voltandovi, avete il coraggio di affermare che la linea dura e deprecabile messa in campo da politici e mass media a favore di questa campagna v@x x aveva davvero lo scopo di tutelare la nostra, la vostra salute.

quello che non sai sui vaccini 2022
la verità sul covid 19

Link di riferimento

1 https://www.fashionmagazine.it/market/osservatorio-confimprese-ey-consumi-nuova-battuta-darresto-in-gennaio–385-la-moda-109008

2 https://tg24.sky.it/economia/2022/02/12/ignazio-visco-forex-parma

3 https://www.fashionmagazine.it/market/un-sondaggio-legacoop-ipsos-linflazione-preoccupa-e-gli-italiani-tagliano-le-spese-108990

Morte Thierry Mugler, il couturier visionario e iperbolico più amato dalle star

Previous article

Ecco perché alle donne piace indossare orologi da uomo

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.