Breaking

Tendenze 2018 moda: dal Wabi-sabi alla sostenibilità è un anno spirituale

FASHION-OLOGY / NEWS / OUTFIT / 31 dicembre 2017

Tendenze 2018 moda: dal Wabi-sabi alla sostenibilità è l’anno della spiritualità

Tendenze 2018 moda. Se il vasto tema della spiritualità sembra essere diventato un cliché per fare business facile, la sua presenza nella società contemporanea non è destinata ad esaurirsi in una serie di canzonette demenziali o in qualche  docu-fiction di ricchi vip afflitti da sensi di colpa.

I maestri dicono che siamo nel bel mezzo di una trasformazione epocale mai vissuta prima su questo pianeta. Saremo testimoni di una svolta evolutiva che interesserà le coscienze abbracciando amorevolmente tutti i credo religiosi. E così, proprio mentre il mondo sembra vivere gli ultimi spasmi della sofferenza dimenandosi come un pesce attaccato all’amo, questa non sarà la fine.

Non siamo ancora spacciati

I saggi invitano al non giudizio, al distacco e alla fiducia in un disegno superiore molto più accurato e magnanimo di quello che i parziali media tradizionali ci invitano a considerare.

Dopo l’arido gelo dell’inverno, il terreno sembra così pronto per accogliere una nuova semina.

E mentre la distopia quotidiana appoggiata da un uso sconsiderato e assurdo dei mezzi di comunicazione, primi tra tutti i Social, parrebbe spingere la civiltà nel baratro, la luce della verità filtra incondizionatamente più di quanto si potrebbe immaginare.

Il cambiamento è inarrestabile e si muove dentro e fuori di noi, anche se non ce ne accorgiamo

E non si tratta di una moda. Piuttosto è la moda che, come suo solito, prima di tutti capta i movimenti dell’universo cristallizzando sensazioni e vibrazioni in forme e sistemi segnici nuovi.

Una nuova sensibilità: perché spiritualità è anche attenzione, comprensione e riscoperta

La recente iniziazione dell’Occidente al Wabi-sabi, non è casuale.

Letteralmente, Wabi  significa ‘dipendenza’ e  sabi significa ‘solitudine’ o ‘distacco’. Nonostante queste parole valgano per i sentimenti e non per l’aspetto fisico degli oggetti, il concetto viene ricevuto con grande partecipazione dalla nostra società straziata dal materialismo, dalla costante ricerca della perfezione e dalle più grette forme di consumismo.

Il principio del Wabi-sabi incarna una raffinata sensibilità estetica propria dell’antica arte e letteratura cinese ancor prima che il concetto fosse diventato popolare in Giappone […]È un ideale estetico, uno stato tranquillo e sensibile della mente, raggiungibile imparando a vedere l’invisibile, eliminando ciò che non è necessario.*

Il “Wabi-sabi” trend, oggi è una sorta di filosofia che educherebbe le coscienze allo sviluppo di una certa maturità ideale, estetica e comportamentale. Un concetto che una volta abbracciato si ripercuoterebbe nella vita pratica e sulle nostre scelte.

Characteristics of Wabi-Sabi can be anything from simplicity to modesty, with an appreciation of natural objects and processes. It can be focusing on buying less and embracing the things you already own, or bringing something from nature into your home. Flowers are a key symbol of Wabi-Sabi, to be appreciated even when they begin to wilt and are not at their most perfect.
On embracing the lifestyle; you may start to see the beauty in items you’d cast aside or begin using something you’d ‘saved for best.*

E così cambiano lentamente, ma incessantemente gli immaginari, gli stereotipi e le consuetudini

Avevo già parlato di una nuova leva di donne fotografe incaricate sempre più sovente dai marchi di moda di scrivere un nuovo capitolo nella storia dei rapporti tra generi. Anche in questo settore, quindi, lo sguardo e le finalità della comunicazione visiva appaiono sempre più in netto contrasto con il passato. Cambiano i canoni estetici ed emerge una nuova intimità, un nuovo realismo che eleva la dimensione interiore ridimensionando l’importanza della perfezione fisica.

E non è un caso che inizino a mutare anche le strategie e i linguaggi

con cui i marchi cercano di mettersi in relazione con le persone.

Marco Bizzarri Ad Gucci, non a caso, quando si riferisce al metodo di lavoro adottato dall’azienda e trasferito poi all’esterno ( ovvero, nell’universo simbolico del marchio) parla della “creazione di cultura”. Una cultura basata su valori quali il dialogo, l’umanità, il merito e il rapporto stretto con le persone. Persone, non dipendenti. Persone, non consumatori.

Che dire poi del tema della sostenibilità?

Il fatto che se ne discuta così tanto negli ultimi tempi, è un’ulteriore prova di una sempre più sentita responsabilità dell’uomo verso il pianeta e i suoi abitanti.  Per i marchi di moda questo si sta traducendo in un serio e costante investimento nella ricerca e nello sviluppo di nuove politiche in grado di salvaguardare l’ambiente e i lavoratori, pena la pubblica condanna dei consumatori.

E’ proprio della scorsa settimana la notizia che la Westwood salterà la presentazione maschile di gennaio mandando una serie di filmati e presentazioni ai diretti interessati via mail per risparmiare tempo, denaro e materie prime.

Al posto di un défilé presenteremo filmati e immagini: potrete così dare un’occhiata approfondita alla collezione e apprezzarla quanto noi.

Compriamo meno, scegliamo bene, facciamo durare.*

Per concludere, questi sono solo alcuni dei tasselli che animano di nuove effervescenti energie positive il nostro avvenire. Sono episodi frammentari, ma visti dall’alto non possiamo non notare quanto si compenetrino l’un l’altro. Questi sono solo i primi paragrafi, di un nuovo attesissimo capitolo della nostra evoluzione.

n.b: fino a qualche mese fa scrivere di queste cose sarebbe stato incredibile, questo dimostra quanto veloce sia il mutamento in atto.

*http://www.cultor.org/ws/ws.html

*http://www.byrdie.co.uk/wabi-sabi/slide6

*http://www.pambianconews.com/2017/12/21/niente-londra-vivienne-westwood-sfila-via-mail-227255/?twitter




Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018, Tendenze 2018 moda, j w anderson pierce bag, come vestirsi in inverno 2018, outfit lavoro inverno 2018, outfit casual chic inverno 2018, come vestirsi quando si gela, sostenibilità moda 2018, moda e spiritualità 2018, elisa bellino, fashion blogger famose 2018, blogger moda più seguite instagram 2018, blogger moda 2018,


Tag:, , , , , , , , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Sono un po' ingrassata, che cosa mi metto? Ecco le soluzioni migliori

Next Post

Saldi 2018: la guida definitiva per comprare intelligentemente





You might also like



0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Sono un po' ingrassata, che cosa mi metto? Ecco le soluzioni migliori

Sono un po' ingrassata, che cosa mi metto? Ecco le soluzioni migliori "Sono un po' ingrassata e non ho niente da mettermi"....

29 December 2017