pelle perfetta
Bellezza

Come scegliere il fondotinta giusto: i punti chiave per non commettere errori

Pensato espressamente per valorizzare il viso, il fondotinta è il cosmetico perfetto per regalare un colorito sano e luminoso e minimizzare le imperfezioni, quasi a renderle invisibili.

Oltre a fornire un’ottima base per il make up il fondotinta vanta texture più o meno leggere, con soluzioni che si adeguano a una specifica tipologia di pelle. Scegliere la formula giusta è infatti essenziale, così come valutare il colore, considerando toni e tonalità della pelle.

Il fondotinta, è bene precisarlo per evitare errori, non deve scurire la pelle a prescindere, ma deve migliorarne l’aspetto, dare luminosità all’incarnato del viso riprendendone il colore naturale, il tutto lasciando respirare la cute e proteggendola. Per evitare errori, e trovare il prodotto che meglio si adegua alla pelle e al colorito del viso, vale la pena provare soluzioni diverse.

In base alla tipologia della pelle è necessario valutare l’ampia gamma di prodotti, collocati sul mercato dai brand di settore. Le formule più attuali in tema di fondotinta associano la resa estetica alle esigenze della pelle, ed è così che nasce il fondotinta idratante e coprente, che uniforma ma è anche in grado di curare la pelle e di preservarne la riserva d’acqua, utile per il benessere della cute.

Idratazione e prime rughe: una protezione della pelle a tutto tondo

Oltre a garantire un buon livello di idratazione i fondotinta di ultima generazione apportano il giusto nutrimento, capace di favorire la struttura cellulare e ritardarne l’invecchiamento. Il fondotinta è quindi in grado di andare oltre, rallentando l’incedere di rughe e segni del tempo.

Per preservare la pelle dai danni degli agenti esterni, raggi solari prima di tutto, un aiuto prezioso ci arriva dalle più attuali formule di fondotinta. Si tratta di soluzioni che hanno un elevato effetto protettivo, e limitano anche il deterioramento della pelle quale diretta conseguenza della luce blu emessa da smartphone, tablet, tv e computer.

Liquido, compatto in crema o in polvere: quale scegliere

Nella scelta del fondotinta è importante valutare le varie consistenze, scegliendo fra la versione liquida, quella compatta in crema o in polvere.

La soluzione più diffusa è sicuramente quella fluida, dalla texture estremamente leggera. Si adatta praticamente ad ogni tipologia di pelle e si applica con il pennello, la spugnetta o semplicemente con i polpastrelli. La versione compatta in crema offre un più elevato grado di copertura, ed è ideale per le pelli che hanno alterazioni cromatiche o macchie, ma non è la soluzione adeguata per l’epidermide grassa, caratterizzata da un eccesso di sebo. Fra le soluzioni più gettonate non mancano il fondotinta in stick, in vasetto o in cialda.

I fondotinta compatti in polvere sono perfetti per le pelli grasse. Grazie all’effetto riequilibrante sono in grado di assorbire il sebo in eccesso.  La soluzione più attuale è quella in polvere minerale, che vanta componenti completamente naturali. Applicata sulla pelle la polvere minerale lascia respirare liberamente la cute, non occlude i pori ed è l’ideale per le pelli più delicate e sensibili. Utilizzata con il pennello garantisce un effetto modulare. Per una soluzione più coprente non resta che sfruttare le potenzialità della spugnetta.

Tiffany gioielli seppellisce Audrey Hepburn: il nuovo corso con LVMH è appena iniziato

Previous article

Met Gala 2021: quando la moda diventa prostituzione

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.