Tag: calendario sfilate moda 2018

<h1>Calendario sfilate moda 2018: New York propone la donna a giugno</h1> Calendario sfilate moda 2018. Era un afoso giugno del 2016 quando, in chiusura della Settimana della moda maschile, un Patrizio Bertelli #nofilter aizzava un uditorio di addetti ai lavori reticenti proponendo l'abbandono del calendario sfilate tradizionale. "<span style="font-size: 10pt;"><em>Noi italiani siamo troppo a rimorchio di tutti e non riusciamo a essere impositivi. Bisognerebbe portare le sfilate della donna a metà luglio e quelle dell'uomo a metà giugno. Ma invece ci preoccupiamo di come reagirebbe <strong>Anna Wintour</strong>."</em></span> Chi l'avrebbe mai detto che a soli due anni di distanza tutto sarebbe stato possibile, compresa la potenziale uscita della Wintour da Vogue? E così, la svolta caldeggiata da Bertelli-damus due anni fa potrebbe realizzarsi davvero, anche se oggi, in seria difficoltà ci sono proprio gli Americani. <h2>Una fashion week donna a Giugno per salvare l'inesorabile naufragio della piazza Americana</h2> Fino a qualche settimana fa sembrava che New York dovesse rinascere proprio anticipando in massa le presentazioni delle <em>main collectio</em>n donna a giugno, ipotesi smentita quasi totalmente l'altro giorno con la notizia che saranno solo tre i brand a esibire le P/E 2019, rispettivamente Alexander Wang, Narciso Rodriguez e Rosie Assoulin. Anche se questa decisione poteva essere interpretata come l'ultimo atto disperato di una nazione allo sbando* non è detto che questa iniziativa, da sempre ritenuta un azzardo inattuabile, non avrà un seguito in altre parti del mondo. <h3>Niente è più dato per definitivo, tutto dipende dalla corrente di consumi</h3> Le aziende fiutano il potenziale economico di una nazione e se ne vale la pena, gli "portano l'azienda in casa" creando show, eventi e robe simili per creare un legame profondo e intimo con i vari Paperoni. <p style="text-align: center;"><span style="font-size: 10pt; font-family: 'courier new', courier, monospace;"><em>Vai dove ti porta il business</em></span></p> C'è chi abbraccia il nomadismo come stile di vita, c'è chi si accasa abusivamente nell'Haute Couture e c'è poi chi rinuncia alle sfilate per darci dentro con sperimentazioni e collaborazioni esterne (ricordiamo la "<em>temporary exhibition</em>" di<a href="https://www.elle.com/it/moda/tendenze/news/g1419013/piumini-moncler-autunno-inverno-2018-2019/"> Moncler</a> lo scorso febbraio).