fbpx

Breaking

It bag 2020: ecco perché le borse più desiderate disdegnano i loghi

FASHION-OLOGY / NEWS / 17 Ottobre 2019

It bag 2020. Le borse preferite dalle insider hanno design minimale e fascino discreto, ecco quali sono

It bag 2020: ecco come cambiano i desideri delle donne

I tempi in cui le borse di lusso sembravano essere le migliori amiche delle donne alla pari dei diamanti sono finiti. Nel grande flusso della post-modernità liquida-pauperista, dove tutto va alla deriva in fretta, non c’è abbastanza fiducia per investire tempo e denaro nei sentimenti complessi, ergo, si rinuncia alla It-bag.

Le shopaholic non vanno più di moda

Le capricciose tendenze stagionali sembrano non avere più appeal in quanto impongono spese e sprechi eccessivi considerati sempre più inadeguati e immorali. Dall’altra parte aumentano gli investimenti per l’intrattenimento e le tecnologie, sintomo di un evidente raffreddamento dell’interesse nel fashion system affiancato dalla necessità di costruirsi una moda “su misura” più durevole e individuale.

Il lusso popolare non è lusso

Complice di questa situazione la sovraesposizione del lusso versione popolare e dei rispettivi loghi sui social media, fattori che avrebbe disincentivato l’affezione di molte fashioniste ai marchi storici più in voga. 

Il lusso dei pochi o discrezione significativa

Ma non tutto è perduto per i brand di fascia alta, ci sono infatti felici realtà che forti della loro “discrezione significativa” hanno conquistato una fascia di mercato orfana di quel lusso borghese, silenzioso e appagante, esclusivo e riservato, in una parola: elitario.

Se un tempo avremmo inserito nella rosa dei top brand di lusso modesto il vecchio Céline, dopo l’allontanamento di Phoebe Philo e l’entrata di Slimane il marchio si trova in una evidente crisi d’identità, fatto che ha indotto i fedelissimi a ripiegare prontamente su Bottega Veneta di Daniel Lee (ex adepto della Philo in Céline).

Ecco i marchi di borse preferiti dalle insider oggi

I marchi più “bollenti” sono: Bottega Veneta, The Row, Loewe, Jil Sander e Gabriela Hearst.

Come dicevo sopra, questi marchi si distinguono per la loro “discrezione significativa” o “falsa discrezione”, poiché nonostante ciascuno di essi respinga categoricamente l’esibizione volgare del logo, i loro prodotti sono indizi inequivocabili per una ristretta cerchia di insider.

Jil Sander, it bag 2020, quali borse vanno di moda oggi

Jil Sander, Sombrero

 

 

 

it bag 2020, bottega veneta pouch, che borsa comprare oggi

Bottega Veneta, The Pouch

 

it bag 2020, lazo loewe, che borsa comprare oggi

Lazo, Loewe

it bag 2020, gabriela hearst, che borsa comprare oggi

Gabriela Hearst, Nina bag (borse disponibili solo in negozio)

 

The Row, it-bag 2020,

The Row


Tag:, , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

La moda è in crisi? Saint Laurent risponde con i preservativi griffati

Next Post

Parole da salvare: più di 3000 i vocaboli Italiani dimenticati





0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

La moda è in crisi? Saint Laurent risponde con i preservativi griffati

La moda è in crisi? Ecco come si passa dai loghi sulle magliette ai loghi sui condom La moda è in crisi Se il fenomeno...

14 October 2019