Breaking

Moda e sostenibilità: da Gucci Equilibrium in avanti, ecco cosa succederà

FASHION-OLOGY / NEWS / OUTFIT / 10 giugno 2018

Moda e sostenibilità. La moda dice di voler cambiare il mondo. Perché?

Moda e sostenibilità, anno 2018: “il lusso per il popolo”.

Secondo gli esperti, i marchi di lusso devono scendere dal piedistallo e mescolarsi con la “plebe”. E’ giunto il momento di combattere fianco a fianco con il popolo”. E questa non è più una possibilità, ma una scelta obbligata per suggestionare i Millennials.

Tutti vogliono dimostrare di essere socialmente consapevoli

Il business della moda si sposta velocemente dal piano materiale-estetico a quello morale, con esiti di grande impatto sociale per i più giovani.

Anche il buzz sollevato intorno alla figura del designer celebrità non basta più per vendere, a meno che non si farcisca la portata con un bel po’ di succulenti buoni propositi. E così, mentre tal Jon Caramanica sul New York Times sta ancora a chiedersi se Gucci sia elegante o pacchiano perdendosi in elucubrazioni che lasciano il tempo che trovano, ecco che nasce Equilibrium.

καλός καὶ ἀγαθός da Omero a Gucci è un attimo

Come Omero insegna, il vero eroe è colui che si distingue in bellezza e moralità. La beltà non significa niente, quindi, se non è legata a uno spirito virtuoso e valoroso.

Che siano belli o meno gli addobbi di Gucci, poco importa, perché:

Gucci non fa moda, Gucci fa bene. Gucci fa del bene all’umanità.

Quindi, compra, compra, compra e sii felice.

Il marketing sostenibile è la chiave per protrarre l’incantesimo

La pleonastica narrazione di Gucci, infatti, a 3 anni dalla venuta di Lallo sembra essersi arrestata. Nessuno ha perso il segno, siamo sempre allo stesso punto: proprio là dove finisce il dramma dei fuseaux glitterati e dove iniziano i rinascimentali abiti da vedova pop. L’unica vera novità tra una collezione e l’altra è rintracciabile nelle brillanti mise-en-scène degli show. Quello che doveva scuoterci ci ha scosso, lo stile si è affermato, le vendite sono esplose, adesso, però, è tempo di mantenere i numeri e le promesse fatte.

E qui entra in gioco la storia di Equilibrium, ovvero, del marketing sostenibile

“Rispetto all’approccio classico di marketing, che è focalizzato sulla soddisfazione del cliente nel momento del consumo, il marketing sostenibile esprime una maggiore attenzione nei confronti degli effetti di lungo periodo (della produzione e) del consumo, dovendo valutare quest’ultimi a livello collettivo oltre che individuale. In una logica di marketing sostenibile, dunque, il raggiungimento degli obiettivi aziendali viene perseguito garantendo tanto la sostenibilità economica dell’impresa (con la generazione del profitto), quanto quella ambientale e sociale (mediante la creazione di un vantaggio di lungo periodo per la collettività)“.*

Nel delirante clima generale, accade così che siano le merci a dettare i programmi etici e formativi per la futura classe dirigente.

Gucci Equilibrium non è uno yogurt che facilita l’evacuazione,

ma è il tuo primo grande passo verso l’illuminazione spirituale e la pace universale. Equilibrium è il nuovo portale focalizzato sui temi ambientali e le attività del brand legate alla valorizzazione delle persone e a nuovi modelli di innovazione sostenibile, in pratica, un manifesto dove l’ utente comune può seguire le varie iniziative perseguite dall’azienda negli ultimi anni, mentre già si compiace delle sue spese future.

«Gucci, non è un’azienda dove i valori sono parole vuote e lasciate fuori dalla porta. I nostri valori sono invece continuamente applicati e rafforzati in azienda. Gucci Equilibrium è quindi un modo efficace per diffondere questa energia positiva nei confronti di tutti coloro che amano il marchio*».

Marco Bizzarri, Presidente e Ceo Gucci

Verba volant, scripta manent, così da bravi promotori della nuova coscienza le menti dietro Gucci mettono tutto (o quasi) nero su bianco.

moda e sostenibilità, gucci equilibrium, marketing sostenibile

Quando i marchi di lusso sostituirono le rockstar

Dentro quei vestiti forse sarebbero nati altri pensieri e, perché no?, forse anche un nuovo mondo”

 “Lo stilomane” p. 76 tratto da “Mai il mondo saprà, conversazioni sulla moda“, Q. Conti

 

Essendo il disagio dei Millennials sempre più incolmabile ed essendosi praticamente estinti tutti quei movimenti artistici musicali autentici nati nel secolo scorso (unici, veri, grandi catalizzatori di rivoluzioni giovanili), i marchi di lusso diventano l’unica religione possibile per i piccoli clan di bambini sperduti su Instagram.  Avendo fiutato l’affare, quindi, Kering e LVMH si sfideranno sempre di più a botte di bontà, altruismo, moralità e zucchero filato.

Il direttore creativo del caso farà 10 passi indietro per far sì che sia il marchio a parlare e instaurare un rapporto diretto con la collettività e i singoli. Il successo di un brand come Gucci, così,  non sarà più riconducibile a una persona sola ( ad esempio, Lallo), ma a una squadra che finirà per comprendere anche il consumatore finale, il quale, assopito nella certezza di fare la “cosa giusta” (anzi la più giusta) per sé e per l’umanità, non potrà fare altro che continuare a consumare in totale beatitudine.

*http://www.glossariomarketing.it/significato/marketing-sostenibile/

*https://www.fashionmagazine.it/business/sostenibilit-Nasce-Gucci-Equilibrium-un-nuovo-portale-per-i-temi-sostenibili-87372




Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018 Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara, occhiali da sole 2018 Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara Moda e sostenibilità, gucci equilibrium, outfit estate città 2018, come vestirsi estate città, outfit minimal 2018, borse plastica moda 2018, borse moda estate 2018, elisa bellino, fashion blogger italiane 2018, blogger moda 2018, fashion blogger milano 2018, montegallo hats, cappelli paglia outfit 2018, scarpe pois zara

Ksenia Photolab

Montegallo hats

 


Tag:, , , , , , , , , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Dialogo di moda e morte: parafrasando Leopardi, ricordando chi non ce l'ha fatta

Next Post

Dove comprare abiti online che durino più di una stagione? Ecco qui





You might also like



5 Comments

on 11 June 2018

molto interessante la tua analisi!!
baci

http://www.unconventionalsecrets.com/

on 11 June 2018

Un altor look azzeccatissimo, gli accessori sono meravigliosi.
Un bacione! F.

La Civetta Stilosa

on 11 June 2018

È stato molto interessante leggere questo post!
Nicoletta
https://www.lavieestbellebynicoletta.com

on 13 June 2018

Quanto sei bella in questi scatti???
Come sempre la tua analisi è molto interessante!
Nuovo post “Moda mare firmata TUC TUC” ora su http://www.littlefairyfashion.com

on 7 July 2018

WOW gran belli scatti! E si, la sostenibilità non può che essere il futuro della moda 🙂



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Dialogo di moda e morte: parafrasando Leopardi, ricordando chi non ce l'ha fatta

Dialogo di moda e morte: parafrasando Leopardi Dialogo di moda e morte: [...]Moda. Sì: non ti ricordi che tutte e due siamo...

6 June 2018