Breaking

Come vestirsi ad un matrimonio: la guida definitiva all’outfit perfetto

FASHION-OLOGY / NEWS / 24 maggio 2018

Come vestirsi ad un matrimonio: la guida definitiva

Come vestirsi ad un matrimonio, se non sei la sposa e nemmeno la cugina di Kate Middleton.

Partendo dal presupposto che non siamo sul set di Dynasty, quindi, gli eccessi e l’ostentazione sarebbero da escludere a priori -lo stereotipo del cafone arricchito, infatti, è sempre dietro l’angolo-, occorrerebbe anche arginare quel particolare disturbo da “eccessivo entusiasmo” noto come esibizionismo del principiante.

Con esibizionismo del principiante intendiamo quella particolare sindrome riconducibile all’ “ansia da prestazione da occasione speciale“. Patologia che indurrebbe la personaggia del caso ad addobbarsi con “costumi di scena” improbabili, a suo (ingenuo) parere giustificati, quando non proprio richiesti, dalla ieraticità della situazione.

Il principiante lo riconosci subito, perché invece che togliere, aggiunge. Anche le calze di nylon color carne. E quando toglie, dovrebbe lasciare (tipo pezzi di stoffa dalla gonna per coprire le gambotte).

Come vestirsi ad un matrimonio senza fare e(o)rrori

La prima regola del buon gusto è sapersi vedere con onestà allo specchio.

A tentare di essere diversi rispetto alla nostra quotidianità e, quindi, particolarmente eleganti,

si fanno solo danni. 

Ecco il breviario della brava invitata al matrimonio.

  1. Comodità è bellezza. Rilassati, vai di capi fluidi e scarpe confortevoli. Esempio: se non sei abituata a mettere i tacchi e pensi di sfoggiarli nel grande giorno per essere più slanciata ed elegante, sappi che l’effetto sarà proprio il contrario. Il tabù della sneakers alla cerimonia è decaduto da diverse stagioni. Aggiornati.
  2. A proposito di tacchi: sì a décolletè, mule, slingback anche a tacco medio. Proibiti tronchetti, stivaletti, zeppe e plateau.
  3. Copriti. No a scollature vistose o cosce in bella vista.
  4. Abiti lunghi e gonnelline non ti rendono più “giusta” alle cerimonie, soprattutto se, non sapendo quali scegliere, ti vai ad infilare in pericolose trappole di tulle, perline, fiorellini, paillettes e poliestere. Gli abiti in stile ballo di fine anno dei college Americani sono un brutto ricordo e tali devono rimanere, soprattutto perché non siamo Americane.
  5. Colori: no total white, né total black, mi sembra ovvio. I colori neutri sono i più chic, puoi sempre osare qualche rosa pastello o antico.
  6. Gioielli. Niente cianfrusaglie, catenine, anellazzi ecc. Opta per qualcosa dal design minimale, lo stile pulito è sempre di classe.
  7. Cappello. E’ un accessorio troppo vistoso e glamour. Dato che non ci sono fotografi di streetstyle e non siamo in Inghilterra, evitiamo.
  8. Trucco. Nude con abbondante mascara e qualche spennellata di blush sulle guance. Sarà molto fresco. Il rossetto: rosa, pesca, mai rosso fuoco.

 

come vestirsi ad un matrimonio, come ci si veste matrimonio, cosa mettersi matrimonio, look da invitata matrimonio, theladycracy.it, elisa bellinocome vestirsi ad un matrimonio, come ci si veste matrimonio, cosa mettersi matrimonio, look da invitata matrimonio, theladycracy.it, elisa bellinocome vestirsi ad un matrimonio, come ci si veste matrimonio, cosa mettersi matrimonio, look da invitata matrimonio, theladycracy.it, elisa bellino

immagini via pinterest.com


Tag:, , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Anna Wintour 2018: la sua dittatura dovrebbe finire il prima possibile

Next Post

Designer famosi moda: ecco come cambia il mestiere del creatore di moda





You might also like



2 Comments

on 24 May 2018

Todo bellisimo

on 25 May 2018

Concordo con tutti i punti che hai scritto per un corretto look.
A volte si vedono certi look da censura!!!
Nuovo post “Spiaggia Vs Cocktail| Come ti trasformo un look kids” ora su http://www.littlefairyfashion.com



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Anna Wintour 2018: la sua dittatura dovrebbe finire il prima possibile

Anna Wintour 2018. Ecco perché la sua dittatura deve finire Anna Wintour 2018. Come se non ci fosse bastato l'ennesimo...

21 May 2018