Breaking

Festival di Cannes 2018: è l’era dei red carpet impegnati

FASHION-OLOGY / NEWS / 9 maggio 2018

Festival di Cannes 2018: è l’era dei red carpet impegnati

Festival di Cannes 2018: serata d’apertura all’insegna della sostenibilità, dei diritti e della dissimulazione della ricchezza.

Di questi tempi, ogni occasione è buona per fare ammenda (Met Gala a parte) e dare prova di integrità morale, se poi sotto i piedi si hanno tappeti rossi e si parla di cinema la tentazione di strafare diventa irrefrenabile.

Così, non sfuma nemmeno sulla Croisette il black code da penitenza lanciato prontamente ai Golden Globe dalle STAR per lavarsi spirito e faccia di fronte ad un mondo molto ingenuo e tanto indignato per le marachelle dei ricchi produttori.

Ancora una volta il tappeto si tinge di rosso vergogna e si impregna di austerità in modo che trapeli solo un forte sentimento di compunzione. Il cinema tenta così di purificarsi attraverso i suoi paladini, presi recentemente alla sprovvista e visibilmente costernati dagli incresciosi scandali da Harvey Weinstein in poi.

Le protagoniste della serata d’apertura vanno in nero ed entrambe sfoggiano abiti vecchi

Parsimonia, responsabilità e modestia, parsimonia, responsabilità e modestia, parsimonia, responsabilità e modestia.

Se la Cruz si accontenta di uno Chanel invecchiato, la Blanchett supera tutti esibendo un abito Armani Privé già indossato ai Golden Globe nel 2014*.

Chissà chi avrà la meglio in questa lotta alla frugalità?

Ma soprattutto chissà se servirà davvero a qualcosa.

Una cosa è certa, le star del cinema di nero vestite come prefiche “chiangimorte”,

almeno, avranno la possibilità di calarsi maggiormente nella parte drammatica dopo il divieto di scattarsi i selfie sul red carpet. Quest’anno, infatti, l’uso dello smartphone è stato bandito

“A Cannes si va per guardare, non per essere visti» E poi: «In più 9 volte su 10 sono brutti».

Thierry Fremaux, curatore del Festival di Cannes

-idolo-

 

 

*per un lusso più sostenibile, un’iniziativa condotta, anno dopo anno, dal Green Carpet Challenge, iniziativa creata da Livia Firth e promossa da Eco-Age che sta portando, sui red carpet degli eventi più importanti al mondo, il messaggio, importante, della bellezza del riutilizzo di capi (anche quelli del red carpet) contro la politica del one time only.

Festival di Cannes 2018 cate blanchett, abiti festival di cannes , festival di cannes 2018, cannes 2018 dress

Armani Privé vintage

Festival di Cannes 2018 cate blanchett, abiti festival di cannes , festival di cannes 2018, cannes 2018 dress

Twin Set

Festival di Cannes 2018 cate blanchett, abiti festival di cannes , festival di cannes 2018, cannes 2018 dress, abiti vecchi festival cannes 2018

Chanel vintage

Festival di Cannes 2018 cate blanchett, abiti festival di cannes , festival di cannes 2018, cannes 2018 dress, abiti vecchi festival cannes 2018

Chanel

immagini Instagram


Tag:, , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Chanel e Karl Lagerfeld. Il sospetto: la Maison ne ha ancora bisogno?

Next Post

Calendario sfilate moda 2018: New York propone la donna a giugno





0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Chanel e Karl Lagerfeld. Il sospetto: la Maison ne ha ancora bisogno?

Chanel e Karl Lagerfeld. Il sospetto: la Maison ne ha ancora bisogno? Chanel ha ancora bisogno di Karl? Chanel ha appena...

6 May 2018