Breaking

Made in Italy moda Italiana: che succede alle nuove generazioni di creativi?

FASHION-OLOGY / NEWS / OUTFIT / 25 marzo 2018

Made in Italy moda Italiana: il settore abbigliamento si è fermato alla Dolce Vita o giù di lì

Made in Italy moda Italiana: la specie dei creativi di moda nostrani è in via d’estinzione? A parte qualche raro esemplare *, sembra che nel mondo della moda non ci sia spazio per le nuove generazioni. Ma perché?

Intanto, mentre il mondo chiede abiti pratici dalla vocazione casual, in Italia si pretende ancora di vendere unicamente abiti da cocktails o da serate di gala.

L’impressione generale, quindi, è che nel Belpaese si suoni una ballata fuori sincrono

rispetto alla moda internazionale. Poca arditezza e una scarsissima sintonizzazione con il contemporaneo fanno trasparire un vischioso, infermiccio senso di incertezza, sviluppato in qualche tonachella svuotata di qualsiasi barlume di carisma e/o personalità.

E’ percepibile un’ opprimente pesantezza riassumbile in queste parole:

poche idee, presentate male.

E anche quando si intravedono spunti interessanti, non c’è sviluppo.

Partendo da questo presupposto, non c’è da stupirsi se anche a questo giro nessun Italiano, lotterà per contendersi il Lvmh Prize.  

Nelle fasi finali ci arrivarono Gabriele Colangelo e proprio durante la prima edizione, da lì in poi per l’Italia, (tolta Francesca Richiardi nel 2016 ) solo tanta, succulenta “ciccia“. E l’importante non è partecipare.  A questo punto voi potrete pensare si tratti del solito accanimento contro il Belpaese, dei soliti raccomandati, dei complotti, dell’invidia degli dei ecc. .  Io, invece, suppongo che non sia niente di tutto questo.

Lo dico, perché a quanto pare la nuova generazione di creativi è una specie in via d’estinzione. Tolto il sopraccitato Colangelo, che insieme ad altri tre o quattro nomi ci regalano una boccata di ossigeno, non si può proprio dire che la creatività Italiana goda di una buona salute.

L’Italia, infatti, è un paese strano,

che più o meno consapevolmente invece di progredire, anche tentando cambiamenti radicali, preferisce cuocere a fuoco lento nel solito brodo. Un brodo che sa di minestra riscaldata, intiepidita al riparo dai tumultuosi moti del presente. E’ come se i creativi fossero convinti di poter vantare nei secoli dei secoli, come per investitura divina, un plus valore consolidato ed eterno: quello ereditato dai capostipiti del Made in Italy.

In Italia, quindi, le dinastie dei maghi dello stile, non dovrebbero mai esaurirsi, in quanto il “genio” sarebbe un fattore ereditario, almeno così parrebbe.

Peccato che oggi non ci sia nessuno scultore della seta come Capucci, nessuno Schuberth, nessuna Simonetta e nemmeno nessun Valentino Garavani. E peccato pure, che il mondo non sia nemmeno più quello del prêt-à-porter di Gianni Versace, di Franco Moschino, di Miuccia Prada e di Giorgio Armani, i quali potevano permettersi di sperimentare quello che più gli piaceva senza curarsi del giudizio del consumatore singolo:

“Il mio lavoro è l’unica cosa che mi interessa […] Se guardo i dati di vendita lo faccio solo per divertimento e per vedere quali stupidaggini dicono sul mio conto”.*

F. Moschino

Ecco, un vero peccato. Già. Eppure tocca farsene una ragione. E, forse, tocca persino smetterla di puntare tutto sull’artigianalità e sulla qualità dei materiali, perché senza un design accattivante e contemporaneo, a forza di spingere il core business sulla manifattura declinata in gonnellone broccate e vestitazzi in stile Carnevale Veneziano, pure gli arabi finiranno per stufarsi.

Oggi la moda non è arte, è merce.

Questo è il business. Se non è vendibile, non esiste.

Provincialismo e attitudine snob, un binomio “fantastico”

Ad acuire il “gap Italiano” c’è poi il fattore comunicazione.

C’è, infatti, un fitto sottobosco di realtà dall’appeal “pronto moda sfigato” e/o da festa in maschera di paese, che raminga nell’anonimato da una “banlieu” della moda all’altra e lì si ferma. Nessuno li conosce e la cosa più assurda è che sembra che nessuno debba conoscerli. I loro pr, infatti, quando non sono i cugini, si adoprano proprio in questo: nel far credere ai fabbricanti di stile di essere i nuovi Walter Albini. Da qui ne deriva, ça va sans dire, che il più delle volte questi sedicenti, quanto spocchiosi artisti, consigliati malissimo dai pr del caso non si vogliano quasi mai concedere a blogger e influencer, preferendo così qualche comparsata su qualche mensile di prestigio. (E anche chi se ne importa poi se l’amica della pr che lavora in Condé Nast li fa comparire “per sbaglio” in un trafiletto vicino all’oroscopo su Vogue Arabia. Sono dettagli). L’importante è essere per pochi.

Di cosa vivano queste realtà, quindi, non è dato sapersi, a chi vendano nemmeno, ma forse a loro non interessa.

 

*(Alexander Flagella, Francesca Richiardi, Erika Cavallini, Giacomo Pavia e una manciata di pochi altri soggetti)

**(Il Lvmh Prise è un concorso indetto dal colosso del lusso, che dal 2014 mette in palio 300mila euro e un anno di supporto tecnico-finanziario.)

*”Moda dalla Nascita dell’Haute Couture a oggi”,  S. Gnoli, p. 274. , Carocci Editorie, 2012 Roma




Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018 Made in Italy moda Italiana, made in italy abbigliamento, made in italy crisi, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italia 2018, blogger moda 2018, fashion blogger italiane famose 2018, fashion blogger milano 2018, come vestirsi bianco 2018, total white look 2018, tendenze moda primavera estate 2018, elisa bellino, blogger moda instagram, chi seguire su instagram 2018, cappelli paglia 2018


Tag:, , , , , , , , , , , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Intelligenza artificiale moda: il mondo sta per cambiare definitivamente

Next Post

Trucco primavera 2018: ecco tutte le idee per il make-up





You might also like



6 Comments

on 25 March 2018

innamorata di questo editorial!! complimenti Eli!
xo
vale
http://www.fashionneed09.com

on 26 March 2018

Bel post come sempre e foto fantastiche.
Nuovo post “Vestiti per la Cresima. Quale scegliere?” ora su http://www.littlefairyfashion.com

on 26 March 2018

La Rossella H’Oara degli anni 2000! Strepitosa con questo look, solo tu riesci a trovare capi così fighi da HM!!
Un bacione! F.

La Civetta Stilosa

on 26 March 2018

favolose queste foto, mi piacciono da morire!!!
baci

http://www.unconventionalsecrets.com/

on 28 March 2018

buona giornata!!!
baci

http://www.unconventionalsecrets.com/

on 6 April 2018

LOVE your editorial work SO much!!! I wish I could read Italian but in the mean time I will just admire your breathtaking shots!!!

xoxox

Asha

http://www.mscoffeeandcream.com



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Intelligenza artificiale moda: il mondo sta per cambiare definitivamente

Intelligenza artificiale moda: il mondo sta per cambiare definitivamente Intelligenza artificiale nella moda. Quando adattarsi...

18 March 2018