fbpx

London Fashion Week SS 2016. Oggi vi propongo una selezione di quello che è andato in scena sulle passerelle londinesi. E diciamocelo pure: a Londra ci vai solo se sei davvero interessato alla moda. Perché Londra è sperimentazione, è avanguardia. E’ tutta sostanza e poche chiacchere, proprio come gli inglesi, che diventano simpatici solo dopo le cinque del pomeriggio. No, non dopo il tè, ma dopo 3 o 4 birre. Comunque, la fashion week di Londra si svolge veloce, senza tanti clamori e perdite di tempo. Se vi aspettate un jet set patinato come a New York o quel polverone mediatico con relativo stuolo di mezze calze, mezze famose, mezze porcherie che chiudono in bruttezza la processione degli eventi di Milano, bè statevene a casa. A Londra ci vai per lavorare e basta. Anche gli accrediti sono centellinati, per garantire un’organizzazione impeccabile e non per fare posto alla “Madama Doré” figlia,amica,nipote, escort,trisavola di X, come in Italia.

London Fashion Week SS 2016.

Mary Katrantzou ammorbisce il suo stile in direzione della leggerezza e della decostruzione. Abbandonate le visioni della donna-scrigno racchiusa in corpetti e gonne-armatura, punta tutto sulle mezze misure. I mini dress scivolano, ondeggiano e raccontano cosmologie universali. E’ un’estate che cita gli anni Settanta, fatta di luce e buio, notturna e severa, talvolta. Lurex, mix di stampe e calzamaglie audaci, la sua donna vuole essere bellissima e desiderabile. Sicuramente è una collezione che non ti aspetti da MK.

Backstage at Mary Kantrantzou Spring 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, london fashion week ss 2016, mary katrantzous ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashio blog italia, london fashion week ss 2016, - mary katrantzou shoes ss 2016, theladycracy.it, london fashion week ss 2016, l

Burberry Prorsum.L’anteprima della collezione è stata diffusa su Snapchat, tanto per comprendere le dimensioni di quello che sta accadendo nel mondo della moda, mentre in Italia gli uffici stampa fanno come le tre scimmiette che non vedono, non sentono, non parlano. Una collezione low profile, senza particolari sorprese e particolare entusiasmo. La donna è una sorta di guerriera che cavalca senza sella, senza reggiseno e senza veli. O meglio i “veli” ci sono ma fanno vedere tutto. Il see through trend ritorna sfacciato, così, dietro un’apparenza pseudo-monacale e maschile le donne si lasciano toccare dagli sguardi. I colori: nero, bianco, beige.

london fashion week ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, burberry prorsum ss 2016, tendenze primavera estate 2016, london fashion week ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, burberry prorsum ss 2016, -

Simone Rocha. Colpo d’occhio: c’è un po’ di Giambattista Valli ready to wear, ma la citazione svanisce nel vapore del tulle e nei volumi delle gonne rose pallido. C’è qualcosa di leggero e violento, sulle trasparenze, nei fiocchi e nei dettagli che si incrociano sul petto delle modelle. C’è abbondanza di femminilità e castità, effimera. I colori: nero, bianco, cipria, verde acido e biscotto.

simone rocha ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, london fashion week ss 2016london fashion week ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, simone rocha ss 2016, _ london fashion week ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, pink dress

House of Holland. Avventure nel mondo con Henry Holland potrebbe essere il tema intorno a cui si sviluppa la sua euforica collezione. Ci sono le forme Seventies, ma pure le stampe tropicali e animalier colorfully, i calzettoni di spugna fin sopra il ginocchio e i gilet in stile esploratore. Quanto mi piace!

House of Holland ss 2016, theladycracy.it, london fashion week ss 2016, elisa bellino, o house of holland ss 2016, theladycracy.it, elisa bellino, fashion blog italia, .pp

London fashion week ss 2016, immagini via tumblr.com

 

 

 

15 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP