fbpx

Come si ottiene il successo.

Da qualche parte lessi questo:

Se non credi in te stesso, almeno credi in quello che fai.”

Ecco, “credere in quello che si fa” dovrebbe essere il segreto più stupido e vecchio del mondo. Però, oltre alla forte credenza (non il mobile della cucina), bisogna anche “sapere quello che si fa”( leggi: “fare quello che si fa molto bene”). Eppure, non basta nemmeno questo. Allora, archiviando per sempre tutta quella odiosa manualistica spilla-soldi riguardante: successo, leadership e diatribe tra polli e aquile, vogliamo dire una volta per tutte come si ottiene il successo? Ok, diciamolo pure: al famigerato “piccolo e bravo credente” in cerca di futuro più di ogni altra cosa serve un qualcuno.

Qualcuno che si metta la mano sul cuore (o sul portafoglio) e lo tiri fuori dal limbo melmoso delle potenzialità. Un mentore, un tutore, un maestro Splinter. Insomma, un professionista che, sollevandolo gentilmente dalla palude di m. gli garantisca di percorrere la salita della montagna, non dico con uno skilift, ma almeno con le proprie giovani e vigorose gambette. E non venite a fare i moralisti, perché non esiste una sola storia a lieto fine che prima dello svolgimento non abbia un bel turning point dovuto all’incontro con il super “X” del caso. E tanto per provocarvi, chissà se una trentenne e spendacciona Diane Vreeland sarebbe mai diventata l’onnipotente D.V senza l’intervento divino di Carmel Snow (direttrice Harper’s Bazaar America)?Ah non lo sapevate? La D.V monumentale, all’età di 30 anni, non sapeva fare nulla e non si vestiva prima dei mezzogiorno. Fino ad allora aveva solo lavorato in un piccolo negozio di lingerie a Londra (per diletto). Il suo più grande impegno a New York, infatti, era questo: confrontarsi le banconote, “consumavo banconote come gli alcolisti consumano whisky“. Evidentemente, la sua storia, non doveva finire nella banalità di una ricca donna annoiata. Infatti, fu proprio Carmel Snow ad offrirle un posto all’Harper’s Bazaar. Il destino era cambiato al St.Regis. Diane stava ballando. L’abito in merletto bianco e il bolerino erano Chanel. Pochi istanti dopo non si sarebbe più tornati indietro. Il nome della sua prima rubrica su HB? Whi don’t You.

Come si ottiene il successo. Conclusione.

Non so se vestirsi Chanel possa essere il meno dispendioso dei metodi, però, una cosa è certa: la forma segue lo spirito. La parvenza esteriore è inversamente proporzionale al vostro posto nel mondo. Ma quindi, come possiamo forzare la discesa del nostro deus ex machina? Vi sembrerà strano e anche vagamente esoterico, ma la teoria più accreditata sembra essere quella originata dalla vostra predisposizione al successo. Della serie: la fortuna arriva solo se te la stai aspettando.

“Mai ti si concede desiderio senza che inoltre ti sia concesso il potere di farlo avverare”.*

Ne consegue che il successo è raggiungibile se, e solo se, si ha la pazienza di conservare ogni giorno una granitica fiducia in un progetto di trionfo più grande di quello che ci si sarebbe potuti aspettare.

theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, elisa bellinotheladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milanotheladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bagtheladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bag theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bag theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bagtheladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bagtheladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bag theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bag theladycracy.it, elisa bellino, fashion blogger italiane, fashion blog italia, outfit autunno inverno 2015 16, come ottenere il successo, top fashion blogger italiane, fashion blog italiane, fashion blog milano, valentino rockstud, zara outfit fall 2015, coat mango, gucci bag

“Come si ottiene il successo” Fashion Editorial : coat, Mango; blouse and pants: Zara; shoes: Valentino; bag: Gucci

28 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP