fbpx

Maria Antonietta film o realtà?

Maria Antonietta film o realtà? Martire o diabolica sovrana? Come tutti i miti, anche la regina di Francia più glamour della storia ha abbandonato il palcoscenico lasciando ai posteri un velo di segretezza impenetrabile che ha torturato e, ancora oggi tormenta, biografi, appassionati e curiosi. Rimangono gli epistolari, le testimonianze scritte più o meno tendenziose, ma nulla ci permette di scorgere il suo cuore. La Regina lo ha nascosto agli sfregi e alle ingiurie, ma ci ha generosamente lasciato in balia dell’immaginazione. Di sicuro la giovinetta viziata e infantile che a 15 anni fu spedita dall’altra parte del Reno da una madre Imperatrice (per evidenti e unici motivi diplomatici) non era pronta, e, tanto meno, si sforzava di compiacere il suo Nobilissimo sposo ebete e la corte nemica. Di solito l’amore può fare miracoli, ma a Versailles non esisteva, se non tra amanti. Alla povera Maria Antonietta, soprannominata dalle cognate con disprezzo “l’Autrichienne”, infatti, era stato destinato un futuro lontano dai suoi affetti, e, cosa ancora più terribile, da trascorrere con un coniuge brutto e imbranato( al limite dell’impotenza). Non c’è da meravigliarsi che Maria Antonietta cresciuta viziata e coccolata ne uscisse dalla situazione alquanto indispettita. Da adolescente quale era non si impegnava nemmeno nell’imparare il francese. Era il classico esempio di ribelle indiscreta e impulsiva. Ma come biasimarla?

Maria Antonietta film o realtà? Credo che Sofia Coppola, ci abbia regalato una rilettura pop della sua vita partendo da una condivisibile interpretazione dei fatti e l’immedesimazione scatta come un colpo di fulmine. L’antieroina viene compresa e compatita. Nonostante le sue rocambolesche bravate, le sue spese dissennate e i suoi festini. E poi Maria Antonietta era la moda, anzi Maria Antonietta e Rose Bertin (la sua marchande de mode) lo erano. Insieme attribuirono un nuovo significato al lusso:

L’eleganza è subentrata alla magnificenza: il lusso al fasto.

E’ grazie alla leziosa Maria Antonietta se oggi possiamo sentirci libere di giocare con la moda. E che cos’è la moda se non un capriccio di chi la indossa? Eppure, prima era tutt’altro. L’impiego di fogge pesanti, complesse ed esagerate erano gli unici criteri vestimentiari plausibili per la classe regnante. Ed ecco che proprio tra gli abiti di stoffe semplici e lievi indossati dalla Regina, il percorso intorno alla sua indecifrabile personalità ci viene delicatamente indicato. Se l’abito è espressione della nostra essenza, di Maria Antonia Josepha si palesa un’immagine molto più vicina a una ninfa romantica, leggera e vezzosa, sfumata in stoffe pastello. Una ragazzina come tante, che fa degli accessori un nuovo segno distintivo della regalità. Una fanciulla, ma anche una madre amorevole, che rivive il bisogno di protezione e di evasione dalla realtà attraverso la sua adorata primogenita. Dall’umore altalenante, come i celebri “festoni fermati da nastri, passamanerie e gigli bianchi” applicati sui panier, Maria Antonietta bramava solo spensieratezza, quella che il potere le aveva tolto, non per suo volere.

Per quanto riguarda me, volevo fare qualcosa di originale, inoltre, vedendo che negli ultimi giorni la “Sindrome di Maria Antonietta” sta spopolando (v. esemplari a caso come Kim Kardashian e Mariah Carey ), ho pensato di mettermi in mezzo prima che fosse davvero troppo tardi per essere un po’ kitsch.  

E dopo questo, non si può dire che non abbia uno spiccato senso dell’umorismo.

elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, fffff elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia, elisa bellino, theladycracy.it, marie antonieniette pics, maria antonietta style, fashion blog italia, maria antonietta film, maria antonietta storia,

Dress: Asos ; Ring: Mercury Luxury; Shoes: Asos

26 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP