fbpx

Diario di una mamma per bene: Godersi l’attesa

Oggi nel diario di una mamma “per bene” ci soffermiamo sulla gravidanza.Nove mesi sono lunghi, l’attesa è interminabile, quindi vanno goduti giorno dopo giorno. Non ho mai scritto un diario ed è un vero controsenso, visto che adesso sono qui a raccontarmi, ma posso dirvi con certezza una cosa: la frase “goditi la pancia perché dopo ti mancherà” è vera, lo posso confermare!!!!!! E non parlo di ormoni, calcetti e capriole e della panzotta che cambia ogni mese, mi riferisco più che altro ad azioni e rituali che si compiono, e che con tenerezza dopo tanti mesi dalla nascita riaffiorano nel ricordo.

diario di una mamma per bene 1

Shopping Premaman e per Fagiolino: sono stata ore e ore a navigare su internet alla ricerca di vestiti premaman che incontrassero il mio gusto. Ho abbandonato i miei amati jeans e alcuni leggins al terzo mese, perché mi sentivo un po’ come un “salamino sottovuoto”, e ho optato per le forbici! Si, avete capito bene, sono stata colpita da una forma compulsiva di taglio della cinta dei pantaloni e delle calze, uno o più “zac” in vari punti! Il fatto è che per scaramanzia o per semplice “paura” di affrontare una condizione nuova, ho rimandato questo tipo di shopping fino a quando non è stato prettamente necessario! Alla fine mia madre, mi ha convinta, ha buttato le forbici e regalato un po’ di cosette che ho sfruttato dal quarto fino al nono mese 🙂

diario di una mamma per bene 4

Anche per Fagiolino stesso discorso, rimandi rimandi e rimandi…..ti ripeti che è troppo presto per comprare il corredino, è troppo presto per progettare la cameretta o per pensare a cosa effettivamente ti servirà dopo la nascita. E’ troppo presto, ma ci pensi…..e poi…ti ritrovi tra il settimo e l’ottavo mese ( in concomitanza delle ferie estive) ad affrontare tutto insieme: la borsa deve essere pronta…….le sue cosine pure …. Ma si tratta pur sempre di shopping e a noi lo shopping piace no?!

diario di una mamma per benekids bedroom idea diario di una mamma per benediario di una mamma per bene cameretta

Nel nostro diario di una mamma per bene, ci mettiamo sempre al primo posto, quindi la parola chiave è Coccolarsi: “la gravidanza, Signora, non è una malattia, lei può tranquillamente continuare a fare tutto ciò che faceva prima”. Ok. Perfetto. Va benissimo. Se ci sono le condizioni fisiologiche e uno stato di buona salute continuerò a far tutto…dov’è il problema? Mi sveglierò alla solita ora per andare in ufficio, tornerò a casa, farò le solite faccende domestiche, farò la spesa…….

diario di una mamma per bene coccolarsi

Ma, siccome non siamo tutti uguali, e come qualcuna di voi mi ha fatto notare, il multitasking a noi donne ci ha fregato…in tutti i sensi, in gravidanza ce la prendiamo comoda, con i nostri tempi, i nostri ritmi e le nostre necessità.

Se abbiamo sonno, dormiamo

Se siamo stanche, riposiamo

Se vogliamo uscire, usciamo

Se vogliamo andare dal parrucchiere, fare massaggi, yoga e acquagym per panzone, andiamo. Facciamo tutto ciò che ci sentiamo di fare, senza fretta.

diario di una mamma per bene 2

Odori e sapori: in gravidanza cambia la percezione degli odori e dei sapori, che prima si amavano. Questo porta inevitabilmente a sostituire alcuni cibi ad evitarne altri, a sostituire creme per il corpo e lozioni. Apprezzi quel profumo che prima odiavi o di cui non conoscevi l’esistenza e tracci l’equazione perfetta dei ricordi, quella tanto decantata da Marcel Proust e le sue madeleine.

diario di una mamma per bene fashion kids

A distanza di sette mesi ho bevuto un the’ freddo alla pesca ed è stato come vedere il trailer della mia dolce attesa: il the’ alla pesca e le barrette al sesamo ( mai mangiate in vita mia…..e non so se effetivamente mi piacciono) sono state una costante.

Lo dico sempre: ogni esperienza dovrebbe avere un colore, un odore e un sapore!

diario di una mamma per bene 3

E voi? Avete un cassetto dei ricordi o qualche vestito o profumo che ha caratterizzato una vostra esperienza o emozione particolare?

images from tumblr.com 

28 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP