fbpx

Breaking

Diario di una mamma per bene: in caso di gravidanza informarsi

FASHION-OLOGY / NEWS / 3 Aprile 2015

Diario di una mamma per bene, cap. II

Avrei voluto dedicare questo post alla categoria “uomini”, ai mariti e compagni e al loro modo di vivere la gravidanza: mi sono resa conto che potrei scrivere un libro a riguardo…Devo solo raccogliere le idee magari due tre “capitoli” li dedicheremo anche a loro.

diario di una mamma, theladycracy.it

 

Vorrei invece soffermarmi su quanto conta “INFORMARSI” e con “ESSERE INFORMATE” non intendo come si modifica il corpo e come si sviluppa il feto o quello che serve a noi e al bambino (vestiti e altro), ma altro….

Regola numero uno: se avete un ginecologo/a di fiducia assicuratevi che vi possa seguire per l’intera gravidanza e perché no, se opera anche in sala parto, anche per la nascita di vostro figlio.

E’ pur vero che non sai per certo quando fagiolino vorrà nascere, il che vuol dire che non è detto che il tuo gine sia di turno in quel giorno o in quell’ora, (a meno che non ci siano accordi prestabiliti tra medico-paziente, ma questa è un’altra storia)…….TE DEVI COMUNQUE FIDA’ DI CHI TE CAPITA…….in tutti i sensi.

diario di una mamma, theladycracy.it

Ho sentito di ginecologhe che non seguono donne in gravidanza e di mamme che si sono trovate in un vicolo cieco.

Regola numero due: informatevi su cosa è in convenzione con il SSN e cosa no….

In teoria dovrebbe saperlo il medico di base, nella pratica lo dobbiamo sapere noi…. se non vogliamo regalare soldi extra allo Stato Italiano…..perché capita anche questo care mie…un esempio?

Medico di base: “e che ne so io…..mo pe’ 10 euro te devo rifà la ricetta? La prossima volta leggite cosa dice il Ministero della Salute, così non perdiamo tempo”

diario di una mamma, theladycracy.it

Regola numero tre: pretendete l’attenzione e la chiarezza degli operatori (mi riferisco a consultori, medici di base, professionisti privati e/o ospedalieri)

Alla domanda sull’amniocentesi e altri esami simili la risposta è: “dovete scegliere voi come genitori”.

Ma va? E chi se no?

Nessuno si prende più la responsabilità di indirizzarti, soprattutto in questo caso, in una scelta piuttosto che un’altra, e lasciano a te, che non sei né un medico e né un professionista del settore…..interpretare messaggi in codice….

diario di una mamma, theladycracy. xena

C’è un vizio costante in alcuni ambienti: essere approssimativi e dare certe cose per scontato, come se il genere umano conoscesse tutto. Si è vero internet ci aiuta, ma voi operatori avete preso una laurea, quindi due parole o dieci minuti in più da dedicarci li potrete pure spendere no?!

diario di una mamma per bene

Quindi, care amiche fate domande e se avete qualche dubbio chiedete … E pretendete risposte!

Il nostro motto di oggi è: con la salute e con i soldi dei cittadini non si scherza!

diario di una mamma per bene 3 diario di una mamma per bene

 

 


Tag:, , ,



Valeria Gentili




Previous Post

Gisele Bündchen Memories, già perchè ha lasciato le passerelle...?

Next Post

Professione blogger: meglio blogger o pubblicista?





You might also like



30 Comments

on 3 April 2015

Bel post, Elisa!
Mi ha colpito soprattutto il punto 1 e credo sia verissimo, perché trovo fondamentale instaurare un rapproto di fiducia con chi dovrà seguirci per nove mesi. Quindi è importantissimo assicurarsi che potrà seguirci con certezza per tutto questo tempo!
PS in Italia anche la sanità fa schifo, non è una novità
un bacione

http://www.tirateladimeno.it/

on 3 April 2015

Nice post!! Xoxo

http://www.sweetsimpleday.com

on 3 April 2015

condivido … ho vissuto la maternità di mia sorella e quello che dici è proprio così
baci
http://unconventionalsecrets.blogspot.it/

on 3 April 2015

Giustissimo!! La responsabilità di essere genitori inizia con una buona informazione e un’accurata scelta di coloro che hanno il compito di prendersi cura di noi e dei più piccoli!!
Roberta
Don’t Call Me Fashion Blogger
Facebook
Bloglovin’

on 3 April 2015

Bellissimo post, tu pensa che io quando ho partorito ho chiamato sia ginecologo che ostetrica che mi avevano seguito dall’inizio e nessuno dei due era a Roma. Per fortuna però il mio ginecologo era primario nell’ospedale dove avevo deciso di partorire e mi ha indirizzato lui da chi andare e di chi chiedere e in più se anche precipitato a Roma ma fortunatamente c’ho messo 5 minuti a partorire perciò quando è arrivato ero già in stanza tranquillamente a dormire 😀
un bacione
http://mywonderrfulworld.blogspot.it/2015/04/the-outifts-of-show.html

    on 3 April 2015

    io ci ho messo un po’ di più! Ma per un caso strano ero l’unica quella notte a partorire…tutta l’equipe medica per me. la mia gine era in maternità 🙂

on 3 April 2015

ciao.. bel post ^_^
http://www.ollyup.com

on 3 April 2015

Post davvero utile per le neo mammme 🙂

http://www.valstyle.com/

on 3 April 2015

Ciao Elisa
Molto utile ed interessante questo capitolo di una mamma per bene!!
Ottima rubrica
Un bacione e buona Pasqua!
Maggie Dallospedale Fashion diary – Fashion blog

on 3 April 2015

Dopo tre figli…confermo! 🙂
Lidia

http://www.lidiasbag.blogspot.it

    on 3 April 2015

    Ciao Lidia! E’ bello sapere che non sono l’unica a pensare queste cose!!! 😀 a volte mi sembro matta!!!Hhihih

on 3 April 2015

Ciao Valeria!
Direi che ciò che hai scritto è assolutamente veritiero, bisogna pretendere e impuntarsi perchè a volte, il generre umano in generale, ha la tendenza a sottovalutare e a dare per scontato.
Un bacio

Carolina

http://www.theworldc.com

    on 3 April 2015

    Ciao Carolina!!! Hai proprio ragione!!! Si danno per scontato troppe cose in generale……dobbiamo impuntarci di più e pretendere 🙂

on 3 April 2015

parole sante cara 😀 si sentono di quelle cose in giro…

ELISABETTA BERTOLINI NEW BLOG MAGAZINE

on 3 April 2015

D’accordissimo su tutto!!! Un bacione
http://www.glitterchampagne.com

on 3 April 2015

I love these shots!
Melanie @ meandmr.com

on 3 April 2015

bellissimo post e concordo in tutto! io potevo partorire sia in Slovenia che in Italia, ma abbiamo scelto l’Italia. infatti il mio ginecologo mi ha seguito in tutta la gravidanza e siccome avevo cesareo programmato mi ha seguita anche in sala operatoria, dove ha fatto lui il taglio. in Slovenia questo non è possibile, che i ginecologhi hanno i loro studi ai ambulatori e poi non sanno chi segue la loro paziente in ospedale, è questo non mi piace! buon weekend e buona Pasqua!
un bacione

http://www.mammaaltop.com

on 3 April 2015

purtroppo in Italia il sistema è così incasinato che non ci si capisce niente… alla fine in gravidanza per semplicità si finisce col fare tutte le visite e le analisi privatamente e si spende un sacco…
è proprio un macello! quando toccherà a me spero di riuscire a districarmi!
Nameless Fashion Blog

on 3 April 2015

ti svelo una cosa: vorrei ritrovarmi presto nella situazione che descrivi e terrò ben presente tutti i consigli che dai!

on 3 April 2015

Bella questa rubrica!
Mi sarà utile ,un bacio

Buona Pasqua

on 4 April 2015

ottimi consigli cuore!

http://www.thefashionprincess.it/

on 4 April 2015

Io penso che la scelta del ginecologo sia fondamentale, se è troppo frettoloso o difficile da contattare allora ciao!

on 4 April 2015

Io non sono mamma e non ho in programma di diventarlo per ora ma credo sua un post utilissimo per molte ragazze e come dici giustamente tu futuri papá.
Bacio.

http://www.angelswearheels.com

on 4 April 2015

Io sono stata fortunatissima ad avere sia l’estetica che il mio ginecologo che nonostante fosse domenica sono venuti ad assistermi. Tutto è andato per il meglio ma più che altro mi sono sentita in buone mani! Baci Elisabetta

on 4 April 2015

Great post. ^^
Have a nice Easter weekend. New outfit is online…

on 4 April 2015

un post dolcissimo ne terro’ conto per il futuro
Mrs NoOne

on 4 April 2015

Thx, for your comment. ^^

on 5 April 2015

Mia dolce Elisa,
passo ad augurare a tutto il team di “The Lady Cracy” una bellissima Pasqua e grazie di cuore per le tue dolcissime parole.
Un bacione
Maggie D.
Fashion Blog Maggie Dallospedale fashion diary

on 5 April 2015

Che carino questo post! Lo terro’ conto per il futuro 😀

xxx
Camilla
http://avenuecamilla.com

on 6 April 2015

Io facio mille domande e in più a forza di leggere articoli sui vari argomenti, sto diventando una specie di enciclopedia 🙂 una cosa che mi sta dando molto fastidio in questa mia gravidanza, è che sto pagando profumatamente tutto ciò che faccio, dalle ecografie agli esami del sangue, in quanto in ospedale, per farli col servizio sanitario nazionale, non c’è posto. Ci può anche stare, ma mi fa salire il sangue al cervello il fatto che per farli a pagamento, sempre in ospedale, invece ci sia posto… Non so se mi spiego…

Curvy and Happiness BLOG FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM PINTEREST



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Gisele Bündchen Memories, già perchè ha lasciato le passerelle...?

Buongiorno Lady, da un po' di tempo sul web rimbalza ovunque la notizia dell'addio alle passerelle da parte di Gisele...

2 April 2015