fbpx

Breaking

Colazione da Tiffany?No da Chanel

FASHION-OLOGY / NEWS / OUTFIT / 9 Marzo 2015

Oggi non ho fatto colazione da Tiffany, ma di meglio: ho fatto colazione da Chanel in rue Cambon 31.

La verità? E’ che non mi importava della Paris Fashion Week. Questa volta avevo qualcosa di molto più importante da sbrigare. Un nervoso Karl, infatti, mi stava aspettando nell’appartamento privato di Gabrielle. L’appuntamento in rue Cambon 31 era stato rinviato di qualche ora a causa dei ritardi nelle consegne delle anticipazioni primaverili 2016. Karl sapeva che da compratrice fedele e attenta, non mi sarei accontentata di toccare con mano la collezione invernale e, ovviamente, bramava più che mai il nostro solito concitato confronto. Seppur molte volte odioso. Ma tra due vecchi e buoni amici la schiettezza è una delle forme di amore più apprezzabili.

Ecco. Questo è lo short movie firmato Elisa Bellino. L’uscita dal cinema e dal vaneggiamento è in fondo a destra. Ora potrei raccontarvi altre balle sopraffini, ma in realtà non ci tengo particolarmente. Sono venuta a Parigi in concomitanza della PFW è vero. Ma sono arrivata con altre quattro persone, tra le quali mia figlia. La mia ambizione? Ovviamente unire l’utile (il lavoro) al dilettevole.

L’utile, però non è fare qualcosa per forza e a tutti i costi. Così, dopo aver constatato di essere stata rimbalzata alle sfilate più hot, ho deciso di dare forfait alla PFW, annullando anche le presentazioni e gli eventi collaterali. Non ho fatto altro che godermi la vacanza con la famiglia. Ho sbagliato? Non ho fatto pr? NON MI INTERESSA. E poi l’avete capito che vado controcorrente se alla colazione da Tiffany, preferisco quella da Chanel.

Se devo stare ferma un giro, lo faccio senza alcun rimpianto. E a volte ci vuole. Per chi ancora non fosse informato, dietro al lavoro di blogger, inteso come scrittrice e web influencer (quindi come impiego di tempo e applicazione di attitudini apprese con sacrifici e studi) non ci sono solo specchietti e qualche vestitino. E’ un impegno che vedendo in prima linea la blogger stessa, entra in quella sfera di esercizi imprenditoriali che non permettono disconnessioni. Si lavora sempre e comunque, anche quando si cammina, si va in bagno, si prende il caffè. Più c’è relazione, più funziona. E questo dipende dal soggetto in quanto primo beneficiario delle proprie azioni.

E’ dura, molto dura, perché affrancarsi nel sistema senza un’agenzia alle spalle, acquisire credibilità nel marasma di “galline alla riscossa” che si impegnano ad ingrassare quella nomea tanto bistrattata di fashion blogger ( che va ad alimentare poi tutto quel circolo di aziende opportuniste che si limitano ad offrire regalini e prestiti senza minimamente pensare ad alcuna remunerazione), bè è proprio una delle sette fatiche di Ercole. Dal punto di vista mentale ed emotivo prima di tutto. Questo spiegone per dire che, per una volta ho messo i miei affetti al primo posto. 

Questo articolo per ribadire che non è per niente semplice essere blogger.  Che per essere sopravvivere bisogna lavorare a tempo pieno e saper pazientare, con il sorriso sulle labbra. Che per essere blogger e cambiarne la reputazione bisogna battersi divulgando messaggi. Il lamento fine a se stesso non porta a nulla.

C’è troppa poca informazione sul nostro lavoro, eppure ci sono tante donne che hanno virato in questa direzione applicando ogni giorno la loro professionalità nella speranza di garantirsi un futuro. Proprio a voi dico di parlare di quello che fate e  di come lo state facendo. Allora sì, che ci saranno meno diatribe inutili tra uffici stampa e pr incapaci. Allora sì che alle sfilate, accanto agli amici degli amici potrà avere un posto in prima fila anche chi se lo merita.

Perchè le cose possono ancora cambiare. In meglio. E alle Maison che ci vogliono lasciare fuori dalle porte delle sfilate (perchè la nostra presenza non è gradita agli adepti delle case editrici più note), e agli uffici stampa che faticano persino ad invitarci alle presentazioni continuando a  sottovalutare il nostro ruolo, vorrei semplicemente ricordare alcuni punti tratti da un interessante articolo pubblicato su Thetalkingvillage da veri esperti di comunicazione e marketing:

  • i blog  svolgono una funzione di selezione delle fonti migliori,  aiutandoci a individuare i contenuti di qualità;
  • hanno un punto di vista parziale e privilegiato. Vuol dire che hanno il polso del sentiment della rete. Sanno quando un messaggio può cogliere nel segno o, al contrario, quando può risultare irritante.
  • Hanno degli interessi e delle passioni specifiche. Filtrando fatti, messaggi, dati attraverso la loro fitta rete di passione e relazioni, i blogger producono senso, e questo significato non sarà mai riproducibile in un laboratorio (leggi: in ufficio e in agenzia). Se Pasteur diceva che il caso favorisce la mente preparata, possiamo parafrasarlo così: gli insight prediligono la mente appassionata.

          I veri influencer non si misurano in follower, ma sono le persone con una autentica passione per un argomento.

Influencer + Passione + Idee rilevanti = produzione di senso, produzione di contenuti di valore e quindi vero engagement e veri insight

 

Non è sempre necessario avere alti numeri e visibilità: se il web è il regno della coda lunga, vuol dire che tanti blog medio-piccoli, riuniti dalla passione su un argomento, possono fare tanto quanto, e anzi qualitativamente meglio, di uno grande.

 

*Quali ruoli per blog e influencer? , Flavia Rubino

 

Ora vi lascio alla mia trasognata “Colazione da Tiffany Chanel”.

Top and sequined shorts by Gabriele Fiorucci 

Coat MICHELLE WINDHEUSER

Crown RockNrose

fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia | fashion editorial, colazione da tiffany, colazione da chanel, elisa bellino, rue cambon 31 paris, fashion blogger italia, best fashion outfit, fashion blog italia |

 


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Make up 2015: tutte le tendenze per l'autunno inverno

Next Post

Finalmente a Milano: La Camicia Bianca secondo Me





You might also like



46 Comments

on 9 March 2015

Wow, amazing look, love your pants. *__*
Have a nice week…

on 9 March 2015

tu sei troppo figa , figa di “testa”. Complimenti per come riesci a trasmettere il tuo pensiero . Sei una “leader” .
sai che lo penso davvero
Hai fatto la cosa migliore che potevi fare a Parigi con la tua famiglia .

bacio
http://unconventionalsecrets.blogspot.it/

on 9 March 2015

Stai troppo bene e mi piace con quanta non cura della gente che passa ti fai fotografare…brava! Ti auguro una bella vacanza con la tua famiglia! Baci Elisabetta

on 9 March 2015

APPLAUSI e stending ovation per questo articolo! Come ha detto Manu, sei davvero una leader cuore..potresti davvero rivoluzionare il mondo, il nostro!
Foto strepitose, sei una meraviglia con quel cappottino e quella coroncina!
Tanti bacini <3

http://www.thefashionprincess.it/

on 9 March 2015

Tesoro sai come la penso e condivido questo articolo appieno! Adoro il tuo modo di scrivere , lo sai ! Buon lunedi

on 9 March 2015

Brava elisa, come sempre onesta, schietta e con tanto sale in zucca!!!

on 9 March 2015

Io credo a Parigi ti sia divertita molto di piu tu dita te altre andate cosi allo sbaraglio ad elemosinare anche l invito o la presentazione piu sfigata…
Bravs, chapeau.
Bellissimo cappotto.
Un bacio

NEW OUTFIT

http://www.angelswearheels.com

on 9 March 2015

Qualità e non quantità, credo sia questo il senso. Condivido il tuo pensiero anche se sono meno ottimista alla possibilità di un vero cambiamento. Credo piuttosto che si creerà una spaccatura netta, se già non c’è, tra le professioniste e quelle che giustamente chiami galline alla riscossa. Ho sempre pensato che il mondo è grande e c’è spazio per tutti, ed ognuno è liberissimo di collocarsi dove meglio crede. La strada di cui parli tu è la più difficile ma anche la più concreta a lungo termine. Avanti diritto senza precedenza!
Un bacione Elisa. Ti leggo sempre molto volentieri!
Valentina
http://www.mybubblyzone.com/

on 9 March 2015

tu lo sai ti stimo tantissimo e se c’è una blogger che se lo merita sei tu! Per come la vedo io arriveranno le tue soddisfazioni si legge amore, bravura e conoscenza in ogni tuo articolo, e un giorno sono sicura che starai li tra i primi posti in una sfilata! un giorno arriveranno le soddisfazioni che tanto ti meriti! Ti ammiro tantissimo e faccio il tifo per te!!
Ne ho una piccola idea di quello che voglia essere un blogger sempre attaccata al telefono a controllare, a leggere, ad imparare cose nuove! Vai avanti cosi!!
Hai fatto benissimo in fondo i nostri affetti sono ciò che spingono ad andare avanti!
un bacione tesoro

on 9 March 2015

“I veri influencer non si misurano in follower, ma sono le persone con una autentica passione per un argomento”. Come non darti ragione tesoro, toccherebbe inviarlo a più di una blogger 🙂
Un bacione, sei sempre impeccabile!!!

The Princess Vanilla

on 9 March 2015

mi fai sempre sorridere e quanta verità! chapeau per il post e applausi a te che quelle che si imbucano poi che ritorno avrebbero? un bacino

Carola D. / http://www.pursesinthekitchen.com

on 9 March 2015

Difficile dare una risposta e un commento preciso al tuo post.
MI viene da dire subito che:
1.sei bellissima e il tuo outfit mi ispira, ne farò uno simile con i miei short blu.
2.il web percepisce i messaggi positivi e pieni di voglia di fare.

on 9 March 2015

Come sempre i tuoi articoli sono fantastici!!
http://www.glitterchampagne.com

on 9 March 2015

Stai proprio avanti mia cara! Ottima scelta e look strepitoso, come sempre d’altra parte!
Baci e buon inizio settimana! F.

LA CIVETTA STILOSA
LA CIVETTA STILOSA ON FACEBOOK
LA CIVETTA STILOSA ON INSTAGRAM

on 9 March 2015

Sorvolo sull’argomento,
troppo complicato di lunedì
e soprattutto da affrontare con tre parole di risposta.

Cito solo un articolo, che normalmente giro ai clienti che ancora ignorano di quanto sia cambiata la comunicazione:

“Articolo estratto da Fashion Marketing

Punto di riferimento per giovani e non solo giovani di tutte le nazionalità, oggi, sono richiestissimi al pari dei fashion editor nelle prime file delle sfilate, partecipano ad eventi ed anteprime a loro dedicate e, in alcuni casi, diventano testimonial. I numeri parlano chiaro, la presenza e il coinvolgimento di fashion blogger creano un immediato e forte impatto sulle vendite. Attraverso il web nuovi modi di comunicare si sviluppano e si caratterizzano con l’obiettivo di trasformare l’acquisto non più in un’acquisizione di status, ma in un’esperienza che, se condivisa, moltiplica all’infinito il processo di fidelizzazione e identificazione ai principali brand”.

A te un bacio grande

on 9 March 2015

Io sto attraversando un periodo di profonda riflessione in merito…mi chiedo che senso abbia sbattersi (e non parlo ovviamente di giorni o mesi, ma di anni) per poi venire trattate come delle profane o delle ragazzine che elemosinano inviti e che tanto pur di apparire si accontentano di tutto, anche di lavorare “aggratis”. Mi chiedo che senso abbia ricevere proposte lavorative anche interessanti per poi scoprire che chi ti propone il lavoro non si è nemmeno degnato di aprire il tuo blog e capire chi sei (roba da perderci 10 minuti non giorni interi) e crede che tu abiti a Roma o in una qualsiasi città che non è la tua dicendoti poi “ah ma io credevo fossi residente qui”. Agenzie che ti contattano per proporti collaborazioni e che specificano alla fine “la cosa è a titolo gratuito” come se ti facessero l’onore di farti lavorare per loro. Io a questo punto faccio come mi pare e quello che mi pare, scrivo di quello che mi va come ho sempre fatto e mi comporto come meglio credo tralasciando inviti a eventi o contatti con pr che è meglio perdere che trovare. Almeno non perdo il divertimento di essere blogger. E sai che ti dico? Hai fatto benissimo a pensare a te e alla tua famiglia, a prenderti una parentesi vacanziera e a lasciare perdere la PFW.

un bacio grande!!

http://www.larmadiodivenere.com

un bacio grande!

    on 9 March 2015

    Bravissima!!!!! Ben detto. Sono del tutto d’accordo con te.

on 9 March 2015

Post stupend e tu bellissima!!!!
Baci

http://www.lagattarosablog.it

on 9 March 2015

I really like this look! The shoes and the shorts are amazing 😀
New post in my blog dear
Kisses

xx Lisbeth
novedadesatualcance.blogspot.com.es

on 9 March 2015

Bellissimo questo post Elisa. L’ho letto piano riflettendo su ogni singola parola.
Inanzi tutto penso che tu abbia fatto benissimo a mettere in primo piano la tua vacanza con la tua famiglia. Penso anche che fare la blogger è difficile. La gente non sa ancora bene cosa faccia veramente una blogger, pensano che si tratti solo di qualche fotografia a qualche outfit e basta. Non sanno quanto lavoro c’è dietro (sempre se lo vuoi fare bene invece di fare solo copia/incolla dagli altri blog), quanto tempo dedichi alle sfilate, alle altre blogger, alle tendenze ed alle novità.
Io facendo un altro lavoro che mi impegna tutto il giorno, a volte mi trovo in difficoltà, eppure vado avanti perché mi piace ed è la mia passione. Scelgo di collaborare con marchi che mi piacciono, non pubblicando ogni giorno articoli inutili solo per riempire le pagine o perché ti offrono qualcosina in cambio. Bisogna farsi valere, anche se non avrò un invito per le sfilate.
Mi piace tantissimo la penultima frase in rosso. Mi piace tanto il tuo look e la tua creatività.
Spero di poterti conoscere un giorno.
Un bacio,
Eni

Eniwhere Fashion
Eniwhere Fashion Facebook

on 9 March 2015

Caspita Eli, brava! L’hai detta chiara e tonda!!!! E tu strepitosa!!!!
Bacioni!!!
Passa a trovarmi VeryFP

on 9 March 2015

Ciao Elisa,
Io sinceramente non mi pongo il problema… Al massimo mi chiedo perché i brand italiani che mi contattano, mi scrivono in inglese . Sono tutti convinti che non sia italiana (il che.. per un certo senso non è proprio sbagliato). Followers o meno, io i blog li apprezzo per altro. La passione è un fattore importante per me e nel tuo caso si percepisce anche già dai testi.
Un bacione
Maggie D.
ps: io pensavo fosse vera la storia di Karl… 🙁
Fashion Blog Maggie Dallospedale fashion diary

on 9 March 2015

Wow tesoro che meraviglia <3
Ti auguro un meraviglioso lunedì!
un abbraccio
Nuovo post da me: http://www.milanotime.net/fashion/6149/

on 9 March 2015

Quello che mi piace di te, è che ci credi, ci credi davvero! Sei originale, hai un modo di fare spontaneo, e ricco; Non so se faccio parte di quei blog che danno credito alla categoria, ma provo ogni volta a scrivere sul mio blog con quell’intento, di piacermi e di meritarmi rispetto e il piacere di chi legge o guarda, senza arroganza ma con dedizione, pur, purtroppo, non avendo fatto ancora studi riguardo all’argomento moda. Ma le passioni sono passioni, e se ci metti pure impegno alla fine aprirsi un blog penso sia l’unica strada per stare bene.

on 9 March 2015

Nice shorts! great look 🙂

http://sbr-fashion-fashion.blogspot.com/

on 9 March 2015

Sei riuscita a parlare di un argomento scabroso con la tua solita eleganza e professionalità. Credo che tu abbia trovato la perfetta equazione per esprimere il fenomeno. Personalmente vivo il mio blog come un’isoletta felice, in cui parlare di quel voglio, indossare quello che mi piace e avere la libertà di cambiare argomento o tema a mio piacere. L’impegno che c’è dietro per creare contenuti di qualità è però tanto, e mi rendo sempre più conto che se non ci sei in mezzo a quanto pare è difficile comprenderlo. Brand, fotografi e semplici persone pensano che sia un giochetto, 5 minuti per pubblicare un post e via; questo,credo, sia il motivo per cui non vogliano attribuire un compenso economico la maggior parte delle volte. Un blogger lavora 24 ore su 24.
Detto questo, penso che tu abbia fatto bene a disintossicarti un pochino e vivere al meglio il tempo con la tua famiglia, saranno ricordi preziosissimi!
Un grande abbraccio
Diana

on 9 March 2015

Uno dei post più belli ed esaustivi sull’argomento trattato che abbia mai letto. Concordo con te, hai fatto bene a goderti Parigi con la tua famiglia e per la cronaca, tu potevi direttamente sfilarci in passerella vestita così, non solo essere invitata ad assistere.
Un bacio
Eli
http://www.blackstarstyle.com

on 9 March 2015

Sono assolutamente d’accordo su tutto quello che hai detto e bellissima la citazione in fondo al post, niente di più vero! Se solo la smettessero di guardare sempre i numeri! Detto ciò tu stai molto bene e amo il tuo cappotto!

Alessia

THECHILICOOL

FACEBOOK

Kiss

on 9 March 2015

hai fatto super bene a mettere la tua famiglia al primo posto. Questo post è molto profondo e si vede che sei una professionista, concordo pienamente con te che la vera entità di un blog non è fondata dai numeri di seguaci che si ha su instagram o sui vari social (calcolando che ci sono blogger con 10K e dopo 12 like sotto le foto ).
baci baci
http://www.chilishake.it

on 9 March 2015

mi fai morire Eli 😀 anche io sogno Karl ad aspettarli nell’appartamente di Coco … “sogno”
belli gli shorts che indossavi e anche la maglia con maniche in tinta
tr3ndygirl fashion blog
un bacione

    on 9 March 2015

    p.s Eli spero di incontrarti live un giorno di questi, concordo con il tuo pensiero.
    Il lavoro che c’è dietro ogni blog con la B maiuscola molti ancora non lo sanno. So cosa succede alle presentazioni, agli eventi e alla sfilate, il circo che si crea e per questo ne sto lontana.
    Mettici pure il fatto che per colpa di “certe oche” finiamo per essere giudicate alla loro stregua, tutte.
    Perchè fondamentalmente sono ragazzine a cui piace scroccare l’omaggio per vantarsene e millantarsi a influencer, ma se poi chiedi loro cosa significa nemmeno lo sanno, e io odio ODIO odio tutto ciò.
    Lo odio perchè mi corico alle 6 di mattina ogni mattina per finire tutto e studiare marketing e tattiche per migliorare il blog.
    Odio anche quelle pseudo figlie di papino, che è facile.. pagano l’agenzia, pagano pure chi gli fa i commenti al posto loro. TROPPO FACILE!

on 9 March 2015

You look so stylish! Great pics.

http://www.LUXESSED.com

on 9 March 2015

il problema più grande e credo il più grave, è che molti si improvvisano FashionBlogger non capendo proprio niente di moda, stile e lifestyle.
Quindi andare o imbucarsi alle sfilate non fa di “te” una fashion blogger.
MI PIACE IL TUO ARTICOLO, HAI CENTRATO IN PIENO I MIEI PENSIERI!!!
Mi piace il tuo outfit lo troverei perfetto per la sera 🙂

on 9 March 2015

Ciao Elisa, dirti che questo look è strepito e tu sei una favola è superfluo!
Mi piace come scrivi e quello che scrivi, e concordo pienamente su tutto!
Io per poter portare avanti i miei progetti faccio mille sforzi,e ho imparato a dire di no alle
aziende che vogliono approfittarsi del mio lavoro! Grazie per aver parlato della fatica che sta dietro all’essere una fashion blogger! Un abbraccio
http://www.theshadeoffashion.com

on 9 March 2015

Che dire…e c’hai ragione da vendere! ! E sei pure bellissima! !
Un bacione
Paolasophia.blogspot.it

on 9 March 2015

I love the hot pants!!
Kiss kiss ♥ have a great week!
New post on my blog http://trendytips-trendygirls.blogspot.com

on 10 March 2015

Stunning look Eli! These shorts are so hot! I love your headband too!
xx
cvetybaby.com

on 10 March 2015

Tesoro
io semplicemente ti stimo dal profondo del cuore.
Potrei dirti che sei bellissima in questo look e in questa location, cosa che penso, ma la verità è che le tue parole mi hanno avvolta e presa per mano perchè come tu già sai io penso tutto quello che hai scritto.
sei unica, continua così, agenzia o non agenzia tu farai strada e la farai senza dire grazie a nessuno che credimi è la soddisfazione più grande che ci sia… Il costruirsi da soli.
Ti abbraccio, forte

Carolina

http://www.theworldc.com

on 10 March 2015

Quanto mi piaci Eli! Fai bene a ribadire quanto sia duro il lavoro della blogger! Io ultimamente faccio fatica a conciliare lo studio con il blog, tra 100 giorni mi aspetta la maturità ! Irresistibile in queste foto, shorts da urlo!
Baci baci

on 10 March 2015

Great look and photos, it’s so bad you didn’t had the chance to see Hugo to take photos! Maybe next time, but I love the shooting and your short is so cute!!

on 10 March 2015

Applausi a scena aperta per te, sia per la scelta che hai fatto a Parigi sia per le parole che hai scritto! Brava Eli! E poi strafighissima!

on 11 March 2015

Sacrosante parole amica mia…mi spiace per l’amarezza di non aver presenziato agli eventi hot, ma il tuo carisma forse è più apprezzato lontano dalle passerelle, più vicino ai tuoi lettori. Pensa che io ho presenziato solo ad una FW a Milano e mi sono trovata così fuori luogo, così circondata da gente vanesia che non ho mai più richiesto un accredito per la paura di finire per odiare questo mondo.
Sto bene con la mia connessione ultraveloce e un pacco di sigarette mentre mi godo le sfilate in streaming.

Comunque, sei speciale.

Baciiiii

on 13 March 2015

Condivido appieno!Leggevo qualche giorno fa un tweet dell’ironico @davidelico che diceva:” Quando gli esperti di comunicazione usciranno dagli uffici per stare nei bar, in coda alle poste o sui bus; il mondo sarà migliore.”

Bacioni
Federica

http://freakystar.blogspot.it/

on 15 March 2015

Adoro Parigi, ci tornerei per la terza volta.. Hai fatto bene!

Curvy and Happiness BLOG FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM PINTEREST

on 20 February 2016

Wow che bello questo articolo e le foto stupende. Hai scritto delle cose bellissime e piene di significato e che fanno tanto di ideali irremovibili. Hai un pensiero sempre molto deciso e questo ti rende unica! Ci arrivi da sola e ci arrivi prima di tutti, brava!!
Ti seguiamo da qualche mese quindi questo articolo l’abbiamo scovato girovagando per il tuo web..

Un bacione, Monica & Tatiana.
Ambitionofstyle.blogspot.com



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Make up 2015: tutte le tendenze per l'autunno inverno

Make up 2015, ecco come ci truccheremo questo autunno inverno. Si sa la moda è fast, guarda al futuro, non aspetta nessuno...

5 March 2015