fbpx

Il meglio della Paris Haute Couture ss 2015

Care Lady,

mentre si chiudono le favole raccontate a Parigi dai lussosissimi brand internazionali per l’appuntamento con Paris Haute Couture ss 2015 e inizia Alta Roma, io aspetto la rivelazione della collezione “Alta Moda” preparata in gran segreto dai meravigliosi

Dolce e Gabbana a Milano. Ancora una volta garbatamente “fuori orario”.  Perchè Loro, si sa, riservano il loro spettacolo ad un pubblico selezionatissimo e della loro irruenta italianità hanno fatto una bandiera con la quale fortificare il loro core business. Ecco perchè “fanno spallucce”e ad andare in gita sugli Champs Eliseées non ci pensano nemmeno per scherzo. E ben gli sta ai francesi, che ci rubano sempre la scena.

Detto questo, oggi riepilogo un po’ quello che è successo in questi giorni nella fredda e superba Parigi. Ecco il tesoretto delle Maison, ovvero il meglio del meglio della moda. Eccovi gli artifici, i preziosismi, il prestigio ed il lavoro, come lo si faceva più di un secolo fa, ecco

i migliori della Paris Haute Couture ss 2015.

Al primo posto ci metto Elie Saab, che tesse il sublime. Ogni volta. E si riconosce, perchè ci fa volare proprio là dove sorge l’ estasi. Evanescenti come un sogno all’alba sfilano dall’obra del misterioso inconscio fascinose creature, che sorrette da foglie, rami e farfalle di ricami, riportano la coscienza femminile alla luce. Tulle, seta, pizzo, chiffon e organza si fondono con la pelle delle modelle, che risuona di esili bagliori emanati dalle paillette. Le piume poi ammorbidiscono i volumi al ritmo di danze ingenue. I colori caldi toccano anche tonalità più fosche come il nero. Questa volta la strada per l’incanto non ha bisogno di nessuna bacchetta magica.

elie saab haute couture ss 2015,paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it elie saab haute couture ss 2015paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.itparis haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.itparis haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.itparis haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.itparis haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it

Giambattista Valli. Graffia con un incipit drammaticamente rock. D’altronde dichiara di ispirarsi a Janis Joplin e Chanel, due donne dal temperamento maschile e, talvolta, discutibile, ma per questo memorabili. Infiocchettate, sotto le velette, vedove di chissà cosa (forse della loro stessa vera identità), imbronciate figure con i pantaloni volteggiano tra tulle, frange e trasparenze. La narrazione si svolge poi in una lenta e inevitabile purificazione che si tinge di bianco, di volumi piumati, poi di fiori e poi ancora di giallo, in un carosello di richiami che citano l’abbondanza, strizzando l’occhio alla serietà di Chanel. E come tutte le belle storie, anche quella di G.V va a sfumare in un happy ending soffice e delicato. Quello che ci attende a coronare l’opera è un paradiso di profluvi rosa, che ci sollevano da qualsiasi turbamento e ancora una volta non delude le nostre aspettative.

paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.itFASHION-FRANCE-GIAMBATTISTA-VALLI,paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it FASHION-FRANCE-GIAMBATTISTA-VALLI,paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, giambattista valli haute couture ss 2015, www.theladycracy.it

E poi viene Chanel, o meglio Karl. E di sobrio e rigoroso non esiste più niente. Ma ci sta, perchè Gabrielle era una ed inimitabile, quindi, la cosa migliore e più intelligente per Karl è stato rimboccarsi le maniche per creare qualcosa di nuovo, pur rimanendo riconoscibile. La sua primavera-estate fa sorridere per il coraggio di presentare molte uscite che non stupiscono gran che, se non fosse per la scenografia high-tech del giardino primordiale bionico e per i tailleur in tweet-bouclé, che diventano striminziti. E non perchè siano stretti, ma perchè lasciano fuori l’ombelico. Già. Un Haute Couture che sa di teenager, pensata per un target molto giovane e molto ricco. Che esiste eh! E poi che divertenti le midi in tulle e a palloncino, che evocano quei pomeriggi d’estate pieni di pettegolezzi amorosi, quando ancora si viveva di frivolezze.  Ma la ricchezza sta nei dettagli, quelli dei ricami, delle sfrangiature, dei fili di paillette e nei magnifici bouquet fioriti applicati al posto delle maniche, sulle balze dei dress, sulle tasche e sui beanie, che muniti di retina si fanno maliziosi, come le fanciulline alla scoperta dell’adolescenza. La poesia finisce sotto le scarpe, o meglio sulle calzature.Infatti le donzellette si presentano munite di improbabili stivaletti neri in stile piccola fiammiferaia alla fiera dell’est, che fanno un sacco tristezza.

paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it, beanie chanel, veil beanie paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it, pink paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it, sequined, sparkling dress, pink paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it, flower dress paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it, paillettes pink, pink bow paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it paris haute couture, fashion news, best fashion dress 2015, luxury dress, chanel haute couture ss 2015, www.theladycracy.it

Armani, non eccede mai nello shock e nell’eccesso, eppure ne esce splendido sempre e comunque. Il leitmotiv è il bamboo, una pianta che potrebbe diventare fonte d’ispirazione per la nuova donna contemporanea. Trasparenze, fluidità e minimalismi dal feeling palesemente orientale permeano tutta la collezione. Ci sono acqua, terra, vento e in ogni capo fiorisce una naturale eleganza, che vibra nel silenzio, come una goccia in un lago di ghiaccio.

Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris

Per tutti gli altri bene, ma non benissimo. D’altronde nell’Haute Couture le aspettative sono ALTE no?

Jean Paul Gaultier, con il suo solito piglio alla “satyricon” non mi convince. Monna Versace e le sue virgole mi lasciano come mi trovano. Raf Simons per Dior sente il Carnevale e ne combina di tutti i colori e geometrie. Anche NO. Mentre per quanto riguarda Valentino, il duo Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli ispirati da Chagall, dall’amore, da Battiato, insomma, in preda ad un’euforia insolita buttano giù una festa in maschera ispirata alla Russia. Il risultato? Un po’ indigesto.

Jean Paul Gaultier Couture Spring Summer 2015 Paris versace atelier ss haute couture 2015,Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris dior ss haute couture 2015,Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris valentino haute couture ss 2015,Giorgio Armani Prive Couture Spring Summer 2015 Paris

images from tumblr

39 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP