Breaking

Fashion editorial: I’M NOT A FASHION BLOGGER. La dura verità sull’essere fashion blogger

FASHION-OLOGY / NEWS / OUTFIT / 3 Novembre 2014

While I am tasting my biscuits with cream rich in calories and a cup of hot tea, I am writing my fashion editorial and I wish you a good week.

E’ tra biscotti alla panna ricchi di indicibili calorie e una tazzona di tè bollente, che vi preparo il mio fashion editorial e vi auguro un gustoso buon inizio settimana.

My dear faithful friends, in the weekend I thought I would like to change a lot of things.

Mie care Affezionate, durante il week end ho pensato che mi piacerebbe cambiare un bel po’ di cose, già.

Starting from frivolity with which I and my other valuable colleagues should fall within the overused category of “fashion bloggers”. 

A partire dalla superficialità con la quale io ed altre mie valide colleghe dovremmo rientrare nell’ inflazionata categoria delle “fashion blogger“.

There is the old guard of journalists, who hate any movement coming from the Web and they do well, because I would oust all these old witches with pleasure, who parade having long faces as well as fake smiles from one press day to another; they are definitely annoyed to share their spaces with fresh and jovial new entries, like myself (modestly speaking). However, Their ladies are still entitled to be paid, although less, but in crisis times it is normal. Thefashion” bloggers in 80% of cases ARE NOT PAID. Yet, when their ladies entered the world of journalism, the numbers of youth unemployment were not at all at today’s levels, but above all a lot of paper imbued with advertising was printed, ah THE GOOD OLD DAYS. As they say … TIMES OF PLENTY, leaving no trace, because today they are very irritated by this phenomenon, even if on their Instagram’s profiles they seem more lovable than the teddy bear Snuggle wrapped up in soft wool sweaters.

C’è la vecchia guardia dei giornalisti, che detesta qualsiasi movimento provenga dal web e fa anche bene, perchè le scarpe gliele farei molto volentieri. A tutte queste vecchie megere, che sfilano con lunghi musi e altrettanti falsi sorrisi tra un press day e l’altro, decisamente infastidite nel condividere lo spazio con new entry fresche e gioviali, come la sottoscritta (modestamente parlando). Eppure Lor Signore, di diritto sono ancora pagate, forse meno, ma in tempi di crisi ci sta. Le “fashion” blogger nell’ 80% dei casi NO.  Eppure, quando Lor Signore entrarono nel mondo del giornalismo i numeri della disoccupazione giovanile non erano sicuramente ai livelli di oggi, ma soprattutto si stampava un casino di carta imbevuta di pubblicità, ah i BEI VECCHI TEMPI DI UNA VOLTA. Come dire … VACCHE GRASSE, che non lasciano traccia, perchè oggi sono molto irritate da questo fenomeno, anche se sui profili instagram sembrano più amabili di Coccolino avvolto da maglioni di lana morbidissima.

However, now they must also share a slice of carcass to pick with US, alas fashion “bloggers”.

Eppure, adesso devono condividere una fetta di carcassa da spolpare anche con NOI, aimè fashion “blogger”.

But that’s not all, as the “fashion” bloggers hate the “fashion” bloggers,

lacking in contents!!!!

Ma non è finita qui, perchè le “fashion“blogger odiano le “fashion” blogger,

prive di contenuti!!!!

Those who “get up and strike a pose” begging for any kind of free collaboration with the most unlucky of brands taken from Instagram. But also those who accept everything, because “every little helps” and then “make a rush” for the idiot marketing. What many agencies like very much, as the NUMBER IS TEMPTING, and if there is not Ferragni in their “exclusive projects”, it does not matter, they need only justify the expensive account to their customers (who are always naïve); so they pack the report with the most fantastic things and one contact such as “starlets” introduced by the Italian host Barbara d’Urso, fashion bloggers and web influencers who cause more damage than anything else.

Quelle che “ti alzi e ti metti in posa” elemosinando ogni tipo di collaborazione gratuita con il più sfigato dei brand preso da instagram. Ma anche quelle che accettano tutto, perchè “il tutto fa brodo” e allora “all’arembaggio” con il marketing dei cretini. Quello che a tante agenzie piace molto, perchè IL NUMERO FA GOLA, e se non c’è la Ferragni nei loro “progetti esclusivi”, non importa, basta giustificare il salato conto al cliente (sempre sprovveduto) farcendo il report di mille e un contatto tra “starlette” filo Barbara d’Urso, fashion blogger e web influencer che sono più un danno che altro.

I would like also to work to update knowledge of the entire mass of small and medium entrepreneurs and traders about the importance of the Web and its potential, so that they are able to judge us in a different way. As everybody pretends not to believe it or exploit the “fashion bloggers’ work”. They always complain and maybe rely on agencies which are often incompetent. So, I would like to change things by falling through the problem of loss of earnings of either “fashion bloggers or web influencers. Maybe their Lordships have missed some data. As long ago as 2012, in fact, sales via smartphone rose by 140%, exceeding 180 million euros. What were the major sectors involved? Tourism and clothing. But the most interesting factor is that 9 buyers out of 10 referred to the Web before making your fateful purchase.

Poi vorrei anche lavorare per aggiornare le conoscenze di tutta la massa di imprenditori medio-piccoli e commercianti riguardo l’importanza del web e le sue potenzialità, così da cambiare i nostri connotati ai loro occhi. Perchè tutti fanno finta di non crederci o approfittano del lavoro di noi “fashion blogger“. Si lamentano sempre e poi magari si affidano ad agenzie, spesso incompetenti. Quindi, vorrei cambiare le cose lavorando a monte del problema dei guadagni mancati delle fashion” blogger o web influencer che siano. Forse ai Signori sfugge qualche dato. Già nel 2012, infatti, le vendite tramite smarphone lievitavano del 140%, superando i 180 milioni di euro. I settori di punta coinvolti? il turismo e l’abbigliamento. Ma il fattore più interessante è che 9 acquirenti su 10 colsultavano il web prima di fare il fatidico acquisto.

Consumers are constantly looking for the best purchase, in a synthesis that combines the quality of the product and the best price. […] If the use of the Web to access data and offers has become ordinary among those who have entered the e-commerce, of course it is also a standard practice for the on-line purchasers, who in most cases look for information, by visiting the official web site (69%) or gathering information on portals or on websites (59%). But there is also a good 12% of consumers who look for information or exchange their views on social networks. Besides the above-mentioned sources, the Italian Internet users are used to refer to blogs and forums, which are the favourite sources of 34% of the persons questioned.

Il consumatore è alla ricerca costante del migliore acquisto, in una sintesi che unisce la qualità del prodotto e il prezzo più favorevole. […] Se l’uso del web per consultare dati e offerte è diventato comune tra coloro che non si sono affacciati all’e-commerce, è ovviamente pratica consolidata anche per gli acquirenti on-line, che nella maggioranza dei casi cercano informazioni, visitando il sito ufficiale (69%) o informandosi sui portali o i siti web (59%). Ma c’è anche un buon 12% che cerca informazioni o scambia opinioni sui social network. Oltre alle fonti già segnalate, è molto comune tra tutti gli utenti Internet italiani la consultazione di blog e forum, data come preferenza dal 34% degli interpellati.

*http://it.fashionmag.com/news/Mobile-commerce-E-boom-di-acquisti-via-smartphone-nel-nostro-Paese-,290193.html#.VFUZvPSG8Rg

 

Moreover, a post is not subject to the wear and tear of time, or the cycle of seasons, as they can be always found by Google. Does it seem nothing to you?

Inoltre, un post su internet, non è soggetto all’usura del tempo, o al passaggio delle stagioni, in quanto sempre rintracciabile da Google. Se vi sembra poco…

Well, sooner or later I know I will publish a real BLOGGER’S MANIFESTO, just as Marinetti in 1909. We cannot stand on the sidelines any more… Laissez-faire is no use.

Ecco, prima o poi so che  farò un vero e proprio MANIFESTO DELLA BLOGGER, proprio come Marinetti nel 1909. Non è più tempo di sederci… Il laissez faire non porta da nessuna parte.

Courage, audacity, rebellion will be essential elements of our poetry.

Il coraggio, l’audacia, la ribellione, saranno elementi essenziali della nostra poesia.

art. 2 , Filippo Tommaso Marinetti

Finally, since I am in the mood for revolutionary acts, I would like also to change all those sexist and misleading advertisements which are more and more hostile to the role of women in society. And that (although it can be the least of problems) they surely sling mud at the world of fashion blogging and encourage many eccentric women to show themselves too much…thus invalidating the other women’s work (because if you show your tits you win easily).

Per finire, dato che sono in vena di atti rivoluzionari, vorrei anche cambiare tutte quelle pubblicità sessiste e fuorvianti che continuano ad osteggiare il ruolo di noi donne nella società..E che (anche se può essere l’ultimo dei problemi) sicuramente portano valanghe di fango nel mondo del fashion blogging, incentivando tante squinternate a mostrarsi un po’ troppo…inficiando così il lavoro delle altre (perchè con le tette si vince facile).

One of the mere consequences of showing oneself and dolls, for example, is to justify the apparently most common acts of men, when they undress us with their eyes while we are walking along the street, including comments and jokes (did you see the video of one girl who received 100 harassments in 10 hours while she was walking in New York? ). And I really would like to know who has never been in that situation! Well, I get tired of looking down and suffer. As for the Victoria Secret campaign criticized by the three English teenagers, I would like to say as follows. First of all we should distinguish between beautiful bodies and perfect bodies. Because if nothing is perfect, it is also very stupid to seek it at all costs in our body, so finished and limited by birth. Let’s think about more serious things. Moreover, super thinness is not synonymous with perfection. In fact, beauty is proportion, as art teaches it. Apart from the pleasure we take from the care and respect of our body, that’s a different matter.

Una delle più banali conseguenze di mostrarsi e mostrare bambolone oggetto, per esempio, è giustificare l’altro sesso negli atti apparentemente più comuni, come nello spogliarci con gli occhi mentre camminiamo per strada, tra commenti e battute (avete visto il video della ragazza che passeggia a New York e riceve 100 molestie in 10 ore? ). E vorrei proprio sapere a chi non è capitato! Ebbene, mi sono stancata di abbassare lo sguardo, di sopportare. Per quanto riguarda la campagna di Victoria Secret criticata dalle tre adolescenti inglesi, vorrei dire quanto segue. Innnanzi tutto bisognerebbe distinguere tra corpi belli e corpi perfetti. Perchè se il perfetto non esiste, è anche decisamente stupido andarlo a ricercare a tutti i costi nel nostro corpo, così finito e limitato per nascita. Pensiamo a cose più serie. Inoltre, super magrezza non è perfezione. La bellezza, infatti, è proporzione, l’arte lo insegna. Senza nulla togliere al beneficio derivante dall’ adoprarsi nella cura e nel rispetto del nostro fisico, che è un altro discorso.

THE END

FINE

 

Boho outfit with Manila Grace

 

fashion editorial,manila grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial,manila grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,fashion editorial, grace outfit, manila grace look, bohemienne style, boho chic look, gipsy trend, maxi faux fur, white trend, red hair, elisa bellino, theladycracy, fashion blog milano, fashion bloggers italy, fashion bloggers outfits, fashion trends 2015,


Tag:, , , , , , , , , , , , , ,



Elisa Bellino




Previous Post

Press day event: THE NEW PINKO 2015 SPRING/SUMMER COLLECTION

Next Post

Lo SHOPPING INVERNALE: I CAPI CHEAP PIù GLAMOROUS DELLA STAGIONE





You might also like



54 Comments

on 3 November 2014

Finalmente qualcuno (e non a caso, vista la gran voce) PARLA! E dice le cose come stanno!!!
Non c’è un punto, non uno, in cui non sia d’accordo. Dalle giornaliste al “corpo perfetto”, per non parlare di quelle che lasciano ben poco all’immaginazione…ridicole. Sminuiscono se stesse e la DONNA, quella vera, come categoria.
Penose.
Ottimo articolo come sempre tesoro mio, ti appoggio la rivoluzione!
un bacione e dolce inizio di settimana <3

http://www.thefashionprincess.it/

on 3 November 2014

buongiorno e buon lunedì a te cara! Beh che i giornalisti odiano le bloggers è un dato di fatto… che le fashion bloggers si odino tra loro PURE!E’ un mondo dove c’è molto concorrenza, FALSITA’ e devo dire purtroppo ANCHE INVIDIA E ODIO! Si “gioca sporco” pur di arrivare in alto e si perde di vista l’obbiettivo prefissato! PErchè apri un blog? PEr condividere una passione, per comunicare. In molti blog io la passione non la vedo. Vedo la fame si successo. E non sono l’unica. Perchè i lettori non sono cretini [ o meglio, non tutti] e smettono di seguire chi non appassiona perchè dove non c’è passione non c’è interesse. Purtroppo, oggi, se hai un fashion blog devi essere NECESSARIAMENTE BELLO/A per piacere e devi incarnare un certo canone di bellezza. Sinceramente, MA ANCHE NO, non ci tengo e a quanto vedo nemmeno tu. Perciò mi piace il tuo blog e lo seguo volentieri!
un bacino!

on 3 November 2014

diciamo che ti sei tolta più di un sassolino dalla scarpa. Purtroppo hai ragione, le fashion blogger vengono presees sempre meno sul serio e si tende a mettere tutte nel calderone. Inoltre concordo con te : la bellezza è proporzione e aggiungerei anche armonia!! Un abbraccio cuore e buona giornata <3
#teamunicorni

on 3 November 2014

D’accordo su ogni punto che hai descritto come al solito in modo ironico e divertente! spero di non appartenere alla categoria descritta da te e di riuscire a piacerti e visto che mi segui forse è cosi! …ma la cosa sai che è assolutamente reciproca cara! baci Elisbetta

on 3 November 2014

Tesoro…io non mi esprimo neppure piu..Ho gia scritto in tanti status di Facebook, (miei e di altre) quello che penso in materia…Ribadisco ancora una vokta chese penso quanto ho studiato per fare quello che faccio e per offrire un blog dai contenuti di alta qualita e dove si parlaVERAMENTE di moda mi viene da piangere.
Piango perche poi apro internet e trovo “la qualunque” che si definis e Fashion blogger..basta indossare una felpa una gonna, le stringate giusto perche vanno di moda farsi due foto e tac..ecco che sei Fashion Blogger.
Va beh basta….che mi altero solo…
Baci

NEW POST

http://www.angelswearheels.com

on 3 November 2014

Stai benissimo, mi sono innamorata di questo gilet di pelo!
http://www.alessandrastyle.com

on 3 November 2014

Mi piace troppo quest’outfit, sei troppo bella e originale.
Adoro adoro adoro.
Un bacione Stupenda!

Beth
Rebirth – Beth Kubler diary

on 3 November 2014

Eli questo è uno dei tuoi outfit più belli. Adoro questa contrapposizione tra pesante, leggero, etnico chic.
Per quanto riguarda tutte quello che dici e che ti devo dire!?! personalmente sono un po’ superficialità e dell’ipocrisia. Penso che bisogna continuare sulla propria strada e prima o poi i più si arrenderanno e i migliori vinceranno.
penso positivo di lunedì perché se no è duraaa.
xxx
mari
http://www.ilovegreeninspiration.com

on 3 November 2014

Ciao tesoro!
Questo è stato un fine settimana di riflessione anche per me… Potevamo fare una joint-venture su Whatsapp 🙂
talvolta si tende di fare tutta un’erba un fascio, ci dovrebbe essere a monte uno studio sulla vera professionalità e serietà di una persona. Sul fatto del monetizzare, purtroppo come dicevi tu ci sono tante persone che pur di ricevere omaggi fanno di tutto e quindi vanno a penalizzare coloro che invece chiedono una somma in denaro per il lavoro svolto, i brand vedono che nel panorama blogger ci sono milioni a cui chiedere e che si accontentano e quindi scelgono loro. Senza badare però al come una lavora.
Non sono solo le foto con il prodotto addosso, sono anche come le foto vengono fatte, luce e nitidezza, e soprattutto i contenuti.
Ti mando un bacione e mi piace il tuo look <3

Carolina

http://www.theworldc.com

on 3 November 2014

sei bellissima quando scrivi , quando parli e quando ti vesti….
del mio pensiero riguardo quello che hai scritto oggi mi piacerebbe approfobdirlo con te di persona
Bacio amor <3
http://unconventionalsecrets.blogspot.it/

on 3 November 2014

Gorgeous look! I like that plaid scarf 🙂

Rachel xx
http://www.thedailyluxe.blogspot.com

on 3 November 2014

Beautiful post. I totally agree with you 🙂 Really chic look. Kisses
http://www.omelocotton.com/

on 3 November 2014

io nel mio piccolo cerco di essere professionale in quello che faccio… ma purtroppo c’è troppa gente a giro che rovina il lavoro di tutti

Nameless Fashion Blog

on 3 November 2014

ciao Elisa! ottimo articolo, come sempre! ti ribadisco la mia stima, soprattutto per il tuo modo di esprimerti. E quoto anche le virgole di questo post! Il video girato a NY l’ho visto anche io, inquietante!
Condivido anche su VS e apprezzo che nel tuo articolo hai inserito anche i dati.
Sei perfetta e super dettagliata!
bello l’outfit!
bacione

http://www.tirateladimeno.it/

on 3 November 2014

fine settimana di riflessioni per tutte eh!
cmq si, io sono una delle tanto odiate fashion blogger che odia le fashion blogger senza contenuti!
cambieranno le cose, resistenza!!!!
carinissimo il gilet!
baci
http://www.kulturalmentemoda.com
K.

on 3 November 2014

Love your vest!!!!! It’s lovely!!!!! XoXo

on 3 November 2014

Noto che per entrambe sono giorni di riflessione questi, ovviamente sono d’accordo su tutta la linea. Ne ho viste di tutti i colori in questi tre anni di blogging ed è meglio stendere un velo pietoso.
un bacio grande
L’ARMADIO DI VENERE

on 3 November 2014

Gli argomenti sono caldi, giusti da trattare anche. La competitività e i numeri fanno sicuramente da padroni in questi campo, ma forse in qualsiasi campo, quindi è giusto che ognuno faccia la propria parte anche per onestà intellettuale e con umiltà. I tuoi post comunque non mancano certo di contenuti 🙂

on 3 November 2014

mi piace mi piace mi piace questo tuo modo di porti tanti obiettivi!!
e allora realizziamoli facciamo in modo che non restino solo parole scritte nel web ma fatti!!!!! Forza su!!!
outfit spettacolare!

on 3 November 2014

Ciao Elisa,
ho letto il tuo post con un gusto che non hai idea.
Io mi rifiuto di andare ai press day dopo l’anno scorso…. alcuni incontri non sono molto piacevoli (diciamo così).
Per quanto riguarda le agenzie e le fee alle blogger, è da poco che inizio a capire quello che davvero c’è dietro a questo mondo (e non mi piace molto sinceramente). Preferisco circondarmi da persone come te che stuzzicano la mia mente e mi fanno talvolta riflettere e altre sognare.
Bellissimo il tuo outfit.
un bacione
Maggie Dallospedale Fashion diary – Fashion blog

on 3 November 2014

Nel web gira di tutto e di più e questo ormai è abbastanza chiaro a tutti, ma quello che auguro ai bloggers di qualsiasi categoria o tema è di fare sempre tutto con passione, coerenza, qualità e rispetto. Adesso manca solo che mi spunti l’aureola e sono apposto! 🙂
Il tuo look è strepitoso cara, bacio!
Passa a trovarmi VeryFP

on 3 November 2014

Prima di tutto complimenti per le foto.. mi piace da morire il tuo look. Stai davvero bene.
Per il resto che dire…. nel mondo c’è posto per tutti soprattutto per chi non si prende troppo sul serio! 🙂

Don’t Call Me Fashion Blogger
Facebook
Bloglovin’

on 3 November 2014

Meravigliose foto tesoro!
Adoro questo fantastico look <3
Buon lunedì!
baci
Vieni a vedere il mio look di Halloween: http://www.milanotime.net/fashion/halloween-look-catwoman/

on 3 November 2014

Mamma mia!
Mi fai paura con questo post!
Sono nell’ambiente da pochi mesi e non so ancora bene come funziona!
Comunque l’articolo è bellissimo e scritto molto bene!
Niente da invidiare alle giornaliste!
E il tuo outfit è FANTASTICO!!!!!
Bacioni
Martina
http://www.pinkbubbles.it
NUOVO POST
Ti aspetto

on 3 November 2014

Love the fur trend….you wore it perfectly ..<3

http://www.theeche.com

on 3 November 2014

sono d’accordo con te in tutto quello che hai scritto! io ho rifiutato tante proposte delle alcune aziende, che pensano che ti fanno favore se ti regalano qualcosa, invece deve essere un favore reciproco! quello che riguarda le altre io penso che tra noi donne a volte non c’è tanta stima, i maschi vanno più d’accordo che noi femmine! a volte si giudica le persone senza conoscerle e questo non va bene! un abbraccio

http://www.mammaaltop.com

on 3 November 2014

che bella che sei in questo look!! mi piace troppo la gonna e senzamaniche! un bacione

on 3 November 2014

Mi allineo al pensiero di Carolina, è esattamente ciò che penso anch’io.
Tu strepitosa !

baci

on 3 November 2014

Bravaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
come sempre.

E se fondi il Manifesto delle/dei Blogger io ci sto

(comunque questo shooting era veramente una delizia)

Baci e buona settimana

on 3 November 2014

Mi pare di vederti lì con biscotti e thè che scrivi questo post super agguerrita, e hai ragione, su tutto! Nonostante io scriva da 2 anni soltanto, mi sento un po’ presa in giro quando certe aziende mi chiedono di scrivere post per loro (pretendendo fiumi di parole, immagini, ecc) gratuitamente e senza che ci sia nemmeno un grazie alla fine! A volte chi parla male della categoria “fashion blogger” lo fa per validi motivi, alcune colleghe non sono molto professionali ma per la maggior parte io vedo tante ragazze che cercano di fare al meglio qualcosa che le appassiona, nonostante i pregiudizi, la concorrenza agguerrita e tante porte chiuse perché magari il numero dei follower su Facebook non è abbastanza alto.. Per quanto riguarda l’ultimo punto, il corpo delle donne e la considerazione che ne ha la società in cui viviamo, è oggetto di disputa da anni, penso che noi sole possiamo cambiare davvero le cose, magari cominciando ad “educare” chi ci sta intorno (anche il maschilista più agguerrito ha pur sempre una mamma!).
Bellissimo il look, quel gilet mi ha conquistata all’istante!

Most wanted tartan scarf on lb-lc fashion blog

on 3 November 2014

Condivido tutto, No è un periodo facile per questo lavoro.

Cultureandtrend

on 3 November 2014

Woow..its like you just spoke your heart out. agree to your points. I hope bloggers are treated better.
love the outfit 🙂 you look adorable 🙂

on 3 November 2014

Creso che tu abbia espresso quello che pensa la maggior parte di noi: è un’ambiente difficile e competitivo e molti se ne approfittano…
Ma d’altra parte credo che comunque il tempo darà modo di far rimanere chi ha qulacosa da dire e chi invece cerca solo followers! 😉
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

on 3 November 2014

tesoro mio ne abbiamo parlato e sai come la penso sono d’accordo con te pienamente e sei bella bella bella7www.mrsnoone.it
kiss

on 3 November 2014

Very editoral look! I really like the fur vest and your shoes 🙂

http://www.dressed2dnines.com

on 3 November 2014

Quanti biscotti calorici hai mangiato??? Siamo in sintonia, perché oggi ho fame profonda di dolci anch’io 🙂
Ci siamo già confrontate noi due sul tema. Sai bene che non c’è risposta per ora, nel senso che una professione vera e propria, il giornalismo, è oggi sottoposto a dura prova dal web (ma le trasformazioni ptrebbero essere alla fine una bella occasione di svecchiamento), mentre il web pullula di nuove idee che devono prendere forma ed essere sostenibili. Ovvero: reggersi economicamente sui propri piedi. Alcune ci riescono. La Ferragni è una macchina da guerra, una società per azioni con diversi dipendenti. E’ solo un esempio, ma dal punto di vista economico un esempio vincente, per ora.
Si può vivere di blogging? Creando un sito di qualità e ricco di spunti? Saltando a pié pari le redazioni di moda per propore una moda vista diversamente e più viva, mobile, attuale? Oggi il colosso francese della pubblicità Publicis ha acquisito una società americana specializzata nel web per 3,7 miliardi di dollari tutti cash. Il futuro è lì.

xoxo
http://www.bellezzefelici.blogspot.com

on 4 November 2014

Non posso non concordare con le tue parole! Io non mi ritengo una giornalista di moda o un’esperta del settore, né potrò mai esserlo, ma il bello dei blog è anche questo, siamo tutti diverse e diciamo tutti, in vario modo, la nostra. Peraltro, la maggior parte delle volte, aggratis. Quindi direi che certi snobismi dovrebbero essere messi da parte: la realtà dei fatti è ben diversa e non c’è motivo di mettersi i bastoni tra le ruote. Sui blogger malati di divismo però capitolo a parte, mi sono già espressa! Detto questa, tu sempre bellissima!

on 4 November 2014

Io ti adoro alla follia!! Credimi che anch’io
sono prossima a scrivere un manifesto alla Marinetti. Comunque io ti adoro perché tu riesci a esprimere quello che io stessa penso in modo così chiaro e aperto! Però secondo me chi non la pensa come noi non afferra certe sottigliezze. Mi fai pure sbellicare! E poi, eccoti in tutta la tua bellezza, più vestita che mai, più stilosa che mai, look favoloso e unico. Grande Eli, devo troppo incontrarti di persona per stringerti la mano!
Baci,
Coco et La vie en rose by Valeria Arizzi

on 5 November 2014

You have really unique style and I like how you combine different patterns and colours to create something beautiful!!! Love it 🙂

Layla xx

http://www.sprinklesofstyle.co.uk
http://www.youtube.com/user/sprinklesofstyle

on 5 November 2014

io ADORO QUESTA DONNA!!!! cioè tu!!!!!!
baci
cristina
http://sofiscloset.blogspot.it

on 5 November 2014

So vintage and unique look Eli! Just perfect, you are so creative!
xx
cvetybaby.com
Bloglovin
Instagram

on 5 November 2014

TU SEI UN MITO.
Nessuno poteva esprimere meglio quelli che sono anche i miei pensieri e che più di una volta ho cercato di condividere, scrivere, diffondere.
Se scrivi il manifesto della blogger, chiamami pure perchè sarò contenta di aiutarti con qualsiasi mansione, anche quella di preparare un caffè!!! Ahahah
Brava Elisa, ti auguro il migliore e più radioso futuro, perchè tu la stoffa ce l’hai davvero. Una delle poche che ha (passatemi il termine) le palle e la stoffa.
Oggi più che mai, UN ABBRACCIO
Paola http://www.sissiworld.net/

on 5 November 2014

Approvo e concordo tutto!!!! Bravissima….ti stimo 😉 e per finire adoro il pellicciotto 🙂 baci

Ilaria in Wonderland – Rebekka by Stefany Barberis

on 5 November 2014

Bellissimo questo post, concordo con ogni tua parola ! Io ci sto a prendere parte al manifesto, per un blogging che sia passione e non mera ricerca di numeri ed “accattonaggio” allo stato puro ! Collaborare tra noi è un punto di forza, purtroppo invece è un mondo pieno di competizione e “trappoloni”. Stupendo il tuo look ! Baci

Fashion and Cookies
Facebook / G+ / Bloglovin

on 7 November 2014

ciao tu sei grandiosa io ti stimo molto per il tuo cervello oltre che per il tuo fascino bacini

http://www.elisabettabertolini.com

on 9 November 2014

Mi piace il modo in cui scrivi e condivido i tuoi pensieri ! Baci from Paris

on 11 November 2014

Evvai! Elisa for president! Ben detto, Eli, sono d’accordo in ogni punto! 🙂 Credo che i fashion blogger (quelli che lo fanno con passione , quelli validi insomma) lavorino molto più di alcuni giornalisti.. E meritano rispetto!!!! Stiamo tutti cercando di inseguire sogni, solo perché, come dici tu, uno e giovane e fresco non vuol dire che non merita una possibilità! Quello della moda è davvero un mondo spietato e c’è moltissima concorrenza! Non odio i fashion blogger che lavorano sul serio, odio quelle che di moda capiscono niente, e cercano solo la notorietà! Ecco, quelle non le sopporto!
Buona settimana!
bacio 🙂

Ellysa

on 23 November 2014

very interesting look 🙂

Saci
ChocolateFashionCoffee
ChocolateFashionCoffee Facebook Page
ChocolateFashionCoffee INSTAGRAM!!!

on 24 November 2014

Bingo!!!!!
Valentina

Pepitosa Blog

Facebook

Instagram
Twitter
Google+

on 24 November 2014

D’accordo con te quando scrivi che le donne devono ancora sgomitare fin troppo per dimostrare di essere valide e in gamba e molte volte vengono mortificate. Questo lo trovo davvero assurdo… siamo quasi nel 2015, non esiste!!! Sul resto devo dire che io sono sia giornalista sia blogger quindi la vivo un po’ a metà 🙂

The Princess Vanilla

on 27 November 2014

Wow, your style is great! It’s different! Nice post!

http://www.beehivefashion.blogspot.com
xoxo

on 2 February 2015

Cuanto estilo y originalidad, esa falda es como salida de un cuento de hadas y el
chaleco una pasada, estas preciosa.
https://pepavallejos.wordpress.com/



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Press day event: THE NEW PINKO 2015 SPRING/SUMMER COLLECTION

Good morning Ladies, Buongiorno Ladies! As you may see on social networks, these days have been very busy, since Milan...

31 October 2014