fbpx

Who is Benedetta Bruzziches?

Buongiorno Amiche!
Oggi vi parlo di Lei… Benedetta Bruzziches, e lei come me, racconta storie, ma molto più belle di quelle, che vi posso scrivere io in queste righe. Lei ci narra con i colori, con i tessuti e con le forme. Sapete come? Con le sue splendide borse. Sappiate, che chiamarle con il sostantivo generico “borse” è estremamente riduttivo, oltre che falso. Non sono solo “borse”, sono molto di più e come tutte le cose, che ti lasciano un “frullio” interiore, misto di felicità ed eccitazione, mi riesce proprio difficile trovare un termine o un attributo adeguato.
Ieri, il cielo aveva deciso di nascondersi ancora dietro un fitto cappotto di nubi grigie e sono sicura, che folletti e spiritelli vari, “il popolo buono” (così venivano chiamati nelle tradizionali fiabe irlandesi), si spanciassero dalle risate nell’osservare la mia  buffa figura mentre imbacuccata, si affrettava a rientrare nel suo piccolo e caldo rifugio casalingo. Eh sì, forse uscire non era stata una grande idea. Ma mentre percorrevo le vie di Milano impiastricciate da questo tempo dispettoso, sorridevo, pensando a quello di cui avrei scritto di lì a poco. Perchè? Adesso lo scoprirete.
Benedetta, ha un atavico potere, uno straordinario potere: quello di mettere in scena delle favole. Ogni sua creazione, infatti, è un autentico catalizzatore di magia. Il suo segreto? Difficile dirlo, l’arte di creare cose speciali per gli altri, è un dono e non ci è consentito indagare. Nonostante ciò, possiamo sempre supporre, che ci siano alcuni ingredienti più determinanti di altri ad influire su questo processo “prodigioso“… Sarà forse l’essere cresciuta in un piccolo paese-teatro (come ama definirlo con affetto)Caprarola, sarà forse il suo essere permeabile nei confronti di culture e popoli diversi, oppure semplicemente sarà il suo spirito gioioso, il suo daimon…Cioè quella particolare forza misteriosa, corrispondente alla nostra vocazione, già postulata da Platone
nel mito di Er.
Rimane il fatto che le sue intuizioni si animano e piano piano prendono una forma speciale: quella di “oggetti del desiderio”.  Il suo processo creativo è circolare, inizia, finisce e ricomincia con loro, le sue meravigliose borse.
Una borsa è per una donna una storia, un luogo intimo, un segno distintivo della nostra personalità, ma anche una compagna di vitaBenedetta Bruzziches, non crea solo particolarissime borse, ma realizza per noi delle alleate, delle amiche con le quali condividere il nostro quotidiano in un modo molto più interessante. Pascal, il bimbo di Lamorisse aveva trovatoLe Ballon Rouge, noi troviamo loro, le nostre Fedelissime .
Godetevi la nuova collezione spring summer 2014 ed entrate in scena: tra colori, specchi, oro, trapunte di seta preziosa ed intrecci, la favola avrà inizio.
benedetta bruzziches benedetta bruzziches benedetta-bruzziches (1)benedetta bruzziches

18 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP